Ai, la politica Usa convoca esperti e manager per discutere regole e rischi

Condividi

Il 13 settembre attesi al Senato Usa i vertici di Meta, OpenAi & co. Tra gli esperti presente anche Bill Gates

Mark Zuckerberg, Elon Musk, Sundar Pichai e non solo. Il 13 settembre al Senato Usa è in programma un incontro a porte chuse con i vertici delle principali società tech. Il focus, senza troppa sorpresa, sarà l’intelligenza artificiale; l’obiettivo quello di cominciare a porre le basi per la stesura di regole sullo sviluppo della nuova tecnologia.

L’attenzione della politica

Diversi governi da tempo sono impegnati a valutare come intervenire sull’AI, che neggli ultimi mesi ha registrato un boom degli investimenti e popolarità, soprattutto dopo il rilascio di ChatGpt.
“Abbiamo bisogno del meglio del meglio attorno a un tavolo: i migliori sviluppatori di intelligenza artificiale, dirigenti, scienziati, sostenitori, leader della comunità, lavoratori, esperti di sicurezza nazionale – tutti insieme in una stanza, per fare il lavoro di anni nel giro di pochi mesi”, ha commentato il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer (foto Ansa) – citato da Reuters – a proposito dell’incontro.
In diverse occasioni il presidente Usa Joe Biden ha chiamato in causa proprio gli esperti per poter capire come meglio affrontare i rischi che lintelligenza artificiale pone, dall’economia alla sicurzza nazionale.

Chi ci sarà

Sempre secondo Reuters, oltre ai già citati Musk, Zuckerberg e Pichai – in rappresenza della startup xAI, Meta e Alphabet – tra i manager attesi ci sono Sam Altman, ceo di OpenAi; Satya Nadella, ceo di Microsoft; Jensen Huang di Nvidia e Arvind Krishna di Ibm.

Possibile la presenza anche di Bill Gates, l’ex ceo di Google Eric Schmidt, e Tristan Harris co-fondatore del Center for Humane Technology.