Del Debbio bene, non benissimo con Salvini e Vannacci. Rete4 partenza record

Condividi

Settimana super per Rete4. Si completa con un altro buon risultato di ascolti in prima serata il battesimo della offerta informativa ‘multicolor’. Dopo Crosetto con Porro e Conte con la Berlinguer, sono arrivati il doppio Vannacci (Giordano e Del Debbio) e il Salvini che ieri ha aperto ‘Dritto e rovescio’, spinto sempre più a destra dalla ‘concorrenza’ sul target del generale de ‘Il mondo all’incontrario’ e dalla necessità di marcare anche televisivamente la differenza dalla premier. In una serata con le ammiraglie più forti, Del Debbio fa meno di Giordano e Berlinguer.

Paolo Del Debbio ha proseguito la settimana di partenze e ripartenze ‘felici’ dei talk d’informazione di Rete4. Ma ‘Dritto e rovescio’, programma stabile nella collocazione del giovedì, con il suo 9,2% (9,6% Berlinguer, e 9,9% Giordano) non ha fin qui confermato la propria leadership di rete, indiscussa lo scorso anno, nella prima settimana di ritorno alla programmazione ‘autunnale’ dell’emittente guidata da Sebastiano Lombardi.

 Anche se non è del tutto indicativo fare confronti tra trasmissioni che vanno on air in serate diverse, con diverse controprogrammazioni (ieri le ammiraglie erano tutt’altro che spente e c’era il calcio su Tv8), costi, obiettivi, posizionamenti editoriali, vale comunque la pena fare un primo riassunto di come stia andando la proposta della macchina informativa di Piersilvio Berlusconi e Mauro Crippa. Con un riassetto degli orientamenti politici più variegato che, almeno in questa prima fase, pare funzionare molto bene in termini di ascolti.

Riassunto delle precedenti puntate. Porro sotto il milione, gli altri sopra

Così vale la pena ricordare che al lunedì ‘Quarta Repubblica’ aveva aperto la stagione battendo la dura concorrenza di ‘Presa Diretta’. Ospitando Guido Crosetto, il ‘liberal’ Nicola Porro aveva raggiunto quota 816mila spettatori ed il 6,22% di share.

Al martedì, invece, il neo-acquisto ‘de sinistra’, Bianca Berlinguer, puntando sul solito Mauro Corona e su Alessandro Orsini, ma anche sull’ospite Giuseppe Conte, era arrivata a 1,2 milioni con il 9,62%, portando a casa un battesimo ‘biscioniano’ col botto.

Il giorno dopo però, Mario Giordano, aveva fatto leggermente meglio della figlia del glorioso segretario del PCI. Dando spazio ai suoi servizi hot e, nel secondo blocco del programma, al generale Roberto Vannacci, Joker/Giordano aveva sorpreso tutti, raggiungendo quota 1,249 milioni di spettatori con il 9,9% di share con il suo ‘Fuori dal coro’, irregolarmente e non istituzionalmente filo-governativo.

Un posizionamento ancora più complicato ed equilibristico tra piazze, mercati e palazzo, ha mostrato di averlo Del Debbio, aprendo con Matteo Salvini e poi ridando spazio al generale autore de ‘Il mondo all’incontrario’, che Mediaset pare più o meno consapevolmente volere incoraggiare al salto in politica.   

 

‘Dritto e Rovescio’ si è aperto con il solito giro per bancarelle e provincia di Del Debbio e poi, oltre al ministro e al generale, la trasmissione ha schierato, tra gli altri, Giuseppe Cruciani, Vittorio Feltri, Maurizio Gasparri, Luca Sommi, Maurizio Belpietro. Così organizzata la trasmissione ha totalizzato 1,158 milioni di spettatori con il 9,2% di share, che è tanto per la rete ma non è il record per Del Debbio. Meglio di lui, affrontando però una programmazione meno arcigna, avevano fatto quindi nei giorni precedenti sia Berlinguer che Giordano. Ma ‘Dritto e Rovescio’, comunque, ha fatto meglio dell’esordio dell’anno scorso, che era stato di 1,028 milioni di spettatori e l’8,9% di share alla fine di agosto.

Il bilancio complessivo di serata. ‘Ulisse’ batte Pezzali e company. I picchi di Del Debbio…

Alberto Angela contro Max Pezzali è stata la sfida delle ammiraglie. Su Rai1 ‘Ulisse-Il piacere della scoperta’ ha avuto 2,5 milioni di spettatori e 16,5% di share.

Alberto Angela

Su Canale 5 ‘Circo Max: Una serata di Hit’ con Articolo 31, Colapesce Dimartino, Dargen D’Amico, Gazzelle, Lazza, Paola & Chiara e Riccardo Zanotti dei Pinguini Tattici Nucleari tra gli ospiti del leader degli 883, ha riscosso 1,993 milioni e il 13,8% di share.

Max Pezzali con Paola e Chiara

Meglio di Del Debbio, strappandogli il podio virtuale (ma per una durata ampiamente più breve e pagando dazio in sovrapposizione) ha fatto Italia1: ‘Chicago Fire’ ha infatti convinto 1,275 milioni di spettatori con il 7,5%. Tornando a ‘Dritto e Rovescio’, il programma ha fatto un picco di ascolti da 1,88 milioni di spettatori nel ‘Salvini Time’ (ma avevano fatto meglio Corona dalla Berlinguer ed il servizio sugli ‘ecoteppisti’ di Giordano nelle due serate precedenti), raggiungendo il 13,1% alle 24.23.

In Onda ieri

Aprile e Telese battono ancora Porro che però conferma la conduzione all’impiedi e si avvicina strada facendo

In tema programmi d’informazione, in access prime time su Rete4 ‘Stasera Italia’ ha conquistato 915mila spettatori ed il 5,2% nella prima parte e 1,017 milioni di spettatori ed il 5,6% nella seconda parte. Su La7 ‘In Onda’ ha conseguito 1,014 milioni di spettatori ed il 5,7%.

Myrta Merlino nella prima puntata di 'Pomeriggio 5'
Myrta Merlino nella prima puntata di ‘Pomeriggio 5’

Al pomeriggio sfida epica sulla cronaca tra De Girolamo e Merlino, vince Myrta che ha il traino soap più fresco

Sfida sempre più epica e rosso sangue nei salotti informativi delle ammiraglie. Su Canale5 ‘Pomeriggio Cinque’, condotto da Myrta Merlino, ha raccolto 1,470 milioni di spettatori con il 20,14% nella prima parte e quindi 1,356 milioni di spettatori con il 17,5% nella seconda parte (i Saluti a 1,276 milioni e 14,8%.

Su Rai1 è stata ancora costretta alla rimonta Nunzia De Girolamo, mal trainata da replica de ‘Il paradiso delle signore’: ‘Estate in Diretta’ ha avuto 1,103 milioni di spettatori con il 15,1% nella presentazione e poi 1,360 milioni spettatori con il 16,9% nella seconda parte.