Pirateria, da ottobre piattaforma ‘Piracy shield’ per la Serie A

Condividi

Già da ottobre per la Serie A potrebbe attivarsi lo “scudo anti pirateria”. A farlo intendere l’ad della Lega, Luigi De Siervo, commentando con soddisfazione l’avvio dei lavori del tavolo tecnico sul tema.
Convocata e coordinata dall’Agcom, l’iniziativa vede la partecipazione anche dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, della Fapav, degli internet service provider, dei motori di ricerca, degli hosting provider e delle Associazioni di categoria.

“Il piano di azione delineato conferma la volontà comune a tutte le parti coinvolte di concludere in tempi rapidi gli step di verifica e test per utilizzare, fin dal prossimo mese di ottobre, la piattaforma Piracy Shield, in grado di bloccare i segnali illegali di trasmissione degli incontri di Serie A TIM interrompendo le visioni pirata entro 30 minuti dalla segnalazione”, ha commentato in una nota.
“La fattiva collaborazione fra Agcom, Agenzia della cybersicurezza, Lega Serie A e Fapav vuole altresì sensibilizzare gli utenti pirati sui rischi concreti che derivano, a seguito della Legge recentemente approvata, dalla visione illegale di contenuti affidando a operatori criminali i propri dati personali e sulle sanzioni di natura penale ed economica cui andranno incontro”.