Trento prima provincia in Italia per indice di sportività

Condividi

La provincia di Trento al vertice della classifica dell’indice di sportività. Lo racconta l’indagine realizzata da Pts per Il Sole 24 Ore che, giunta alla 17/a edizione, misura la diffusione e la qualità dei sistemi sportivi territoriali.

Sul podio anche Trieste e Cremona

Secondo l’indagine, Trento mantiene la maglia rosa grazie alla radicata rete di impianti, alle diffuse relazioni tra sport, economia e realtà sociale, alle consolidate capacità organizzative e agli ottimi risultati dei suoi atleti. Trieste è seconda grazie a un percorso di grande regolarità: due volte al vertice (per atleti tesserati e sport dell’acqua), più cinque “medaglie” (tecnici e ufficiali di gara, sport e amatori, sport outdoor, atletica, sport e cultura) e ulteriori sei presenze nella top ten delle singole classifiche. Al terzo posto, per la prima volta, si piazza Cremona. Fanalino di coda, al 107/o posto delle province, Isernia, preceduta da Sud Sardegna (106/a) e Nuoro (105/a).

I parametri

L’indice generale è l’esito di 32 indicatori, tra i quali, ad esempio, la pratica sportiva, i risultati di squadre e singoli atleti, l’investimento in infrastrutture, l’offerta in tema di turismo sportivo e alcuni aspetti sociali. Tra le novità, un nuovo indicatore sugli investimenti nello sport, inclusi i progetti finanziati con il Pnrr, che tra le prime dieci province classificate vede un terzetto di emiliano-romagnole (Ravenna, Rimini, Ferrara) e uno di toscane (Lucca, Firenze, Massa-Carrara).