Diritti Tv Serie A, Casini: “Solite offerte…”. Si tratta per Internazionali e Betting

Condividi

Assemblea di Lega con qualche novità per certi versi inattesa. Il presidente Casini ha ragguagliato tutti i presenti sull’arrivo di nuove offerte nel quadro delle trattative private aperte fino a metà ottobre per i diritti dal 2024 in poi della Serie A. E intanto sono ufficialmente partite anche le trattative per i diritti internazionali e quelle per Dati e Betting.

Già partito il campionato, con il torneo in pausa per la Nazionale, si è tenuta la prima riunione assembleare a Milano dei presidenti della Lega Serie A con qualche notizia di aggiornamento dopo la pausa agostana. Anche se non era il tema chiave dell’incontro, a margine dell’Assemblea di via Rosellini il presidente Stefano Casini ha parlato dei diritti tv della Serie A. “Stiamo proseguendo la trattativa privata. Sono arrivate offerte che le squadre stanno valutando. C’è ancora tempo fino a metà ottobre” ha ricordato Casini, alludendo però alle offerte già pervenute.

Il match Cagliari-Inter (foto LaPresse)
Il match Cagliari-Inter (foto LaPresse)

I temi in agenda erano però altri. E’ ufficialmente partita, infatti, la fase di commercializzazione dei diritti internazionali post 2024 e quelli riguardanti i Dati e il Betting. Tante le trattative in corso, così “sotto questo profilo siamo soddisfatti” ha dichiarato Casini.

Per quanto riguarda la trasmissione degli audio del VAR il presidente ha confermato l’intenzione di fornirli, spiegando che si tratta di una tema “su cui stiamo lavorando con la Federazione e con l’Aia, siamo tutti e tre soggetti coinvolti”. A quanto pare, invece, solo dopo avere preso una decisione finale sui diritti tv della Serie A, si passerà alle trattative private riguardanti la Coppa Italia e la SuperCoppa.