La nuova edizione MIA torna a Roma dal 9 al 13 ottobre: + 30% di Paesi partecipanti

Condividi

Torna il MIA | Mercato Internazionale Audiovisivo diretto da Gaia Tridente con la sua 9a edizione che si svolgerà a Roma dal 9 al 13 Ottobre 2023 nelle sue storiche sedi di Palazzo Barberini e del Cinema Barberini.

I progetti ricevuti quest’anno per il Co-Production Market and Pitching Forum di Animazione, Doc, Drama e Film sono stati oltre 500, provenienti da 80 paesi del mondo (+30% dei paesi rispetto al 2022). Di questi ne sono stati selezionati 62 (15 Animazione, 18 Doc&Factual, 14 Drama, 15 Film) provenienti da 36 paesi. Un incremento dell’interesse internazionale verso il MIA che ne dimostra il ruolo sempre più rilevante già testimoniato nel 2022, anno che ha visto la presenza di oltre 2400 partecipanti da 60 paesi (+20% rispetto al 2021).



Il MIA, diretto da Gaia Tridente – e con Unicredit come sponsor ufficiale – è oggi uno dei principali appuntamenti di mercato internazionali dedicati all’industria audiovisiva. Nato nel 2015 e cresciuto grazie alla consolidata joint venture tra ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Digitali), presieduta da Francesco Rutelli e APA (Associazione Produttori Audiovisivi) presieduta da Chiara Sbarigia, gode del supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, e del contributo di Creative Europe MEDIA.

Il MIA riceve inoltre il sostegno del Ministero della Cultura, del Ministero delle Imprese e del Made in Italy e della Regione Lazio.quest’anno per il Co-Production Market and Pitching Forum di Animazione, Doc, Drama e Film sono stati oltre 500, provenienti da 80 paesi del mondo (+30% dei paesi rispetto al 2022). Di questi ne sono stati selezionati 62 (15 Animazione, 18 Doc&Factual, 14 Drama, 15 Film) provenienti da 36 paesi. Un incremento dell’interesse internazionale verso il MIA che ne dimostra il ruolo sempre più rilevante già testimoniato nel 2022, anno che ha visto la presenza di oltre 2400 partecipanti da 60 paesi (+20% rispetto al 2021).

Il MIA 2023 ha ricevuto anche per questa edizione il patrocinio di Eurimages, il fondo del Consiglio dell’Europa per la co-produzione, la distribuzione, esposizione e la digitalizzazione delle opere cinematografiche europee. Anche per questa edizione sarà attiva la piattaforma MIA Digital che consentirà agli accreditati di accedere anche da remoto a tutte le sessioni (in diretta e on demand).CO-PRODUCTION MARKET & PITCHING FORUMIl Co-Production Market & Pitching Forum del MIA è oggi uno dei principali forum di coproduzione internazionale. E’ rivolto a progetti audiovisivi di animazione, documentari, serie e film, destinati alla distribuzione cinematografica, alla televisione e alle piattaforme di streaming. Le opere selezionate saranno presentate – quasi tutte in anteprima mondiale – all’interno dei Pitching Forum delle 4 divisioni editoriali (Animazione, Doc&Factual, Drama e Film) allo scopo di trovare partner di co-produzione, buyer e finanziatori. Quest’anno saranno presentati 62 progetti, un’occasione unica per le co-produzioni internazionali.
 ANIMATION CO-PRODUCTION MARKET & PITCHING FORUMAd un anno dal suo debutto, l’Animation Co-Production Market & Pitching Forum del MIA ha ottenuto ottimi risultati, selezionando 15 progetti provenienti da 24 paesi. Le candidature ricevute sono state valutate dal comitato di selezione composto da Cecilia Padula VP Head Kids & Family Brands South Europe, Middle East & Africa di Paramount, Italia; David Levine, Fondatore e CEO di Lightboat Media Ltd, Regno Unito; Matthieu Darras, Fondatore e CEO di Tatino Film, Francia; Mounia Aram, fondatrice e distributrice di Mounia Aram Company, Francia-Marocco; Yago Fandiño Lousa, Head of Children Television & Director of Clan TV di RTVE, Spagna.

La selezione comprende 3 one-off televisivi, 3 Lungometraggi e 9 Serie TV, mescolando progetti inediti che debuttano sul mercato al MIA con progetti non nuovi alla presentazione ma che tuttavia hanno dimostrato una solida progressione nello sviluppo, pronti per essere portati di fronte ad un pubblico di istituzioni e partner finanziari per avvicinarsi alla fase produttiva. Nei 15 progetti si può notare una presenza femminile molto forte e eterogenea.

Nella selezione di one-off televisivi, si distingue nel panorama europeo la pluripremiata regista, scrittrice e produttrice Anca Damian (Aparte Film) con MOTHERHOOD, un viaggio poetico nel corpo e nel desiderio femminile che affida la sua rappresentazione al surreale mondo visivo dell’artista italiana Virginia Mori, coprodotto da Miyu (Romania-Francia). La regista e animatrice Angela Conigliaro (Ddraunara Studio) approda al formato medio con THE STORM, progetto animato in 2D che racconta la storia dell’amicizia di 2 bambini sullo sfondo di una guerra, come anche per l’ultimo cortometraggio di Conigliaro, beQ Entertainment (con RAI Kids) guida la produzione (Italia). L’ultimo selezionato dei one-off televisivi arriva dal pluripremiato studio egiziano Giraffics, che ha recentemente prodotto l’episodio Stardust della serie antologica Kizazi Moto: THE PREY è la storia di un falco domestico che sente minacciato il suo stile di vita privilegiato e sicuro, ma forse, invece, sta per conoscere la libertà (Egitto-Regno Unito).

Per i lungometraggi di animazione, dalla società ghanese Afrootoon e dal team creativo di Ama Adi-Dako, Ronaldo Cameron ed Esther Ohrt, il lungometraggio DRUMLAND presenta un colorato caleidoscopio di personaggi che circondano i gemelli Afua e Kofi nel viaggio per annullare il crudele incantesimo di un mago, in un mondo magico dove suonare le percussioni ha sempre delle conseguenze. Temi di accettazione, amicizia, scoperta di sé e identità collegano le trame degli altri 2 lungometraggi della selezione. Dalla pluripremiata regista e artista Magdalena Osińska – che di recente ha diretto l’attesissimo secondo capitolo della serie Star Wars: Visions di Lucasfilm – arriva RO, lungometraggio intimo in stop-motion, uno sforzo di produzione congiunta tra la polacca ANIMOON e la francese Les Film du Cygne. Dal Messico, la regista Karen Viajera debutta nel lungometraggio con il progetto THE LAST WAVE, un’opera in 2D in cui 4 personaggi intraprendono un viaggio surreale lungo la costa messicana.

La creatività nelle serie televisive è ampiamente rappresentata attraverso i 10 progetti selezionati, che presentano un’ampia gamma di target di pubblico. Il cibo è al centro dell’attenzione in TASTE BUDDIES (regia di Veronica Lassenius, prodotto da Pikkukala, Spagna-Irlanda-Finlandia). Un design avvincente e una narrazione avventurosa con un tocco di educazione ambientale segnano la storia di MIA MOKÉ creata dai fratelli Bécquer e prodotta dalla francese Special Touch. Il conflitto tra la modernità e antichi mondi magici è il tema al centro della surreale serie comica RUBHARIAN – sviluppata da Copenhagen Bombay (Danimarca). Temi simili si ritrovano nelle vicende del piccolo principe dispettoso protagonista di MINIRAJA, sviluppata da MondoTV (Spagna-India). Gli amanti degli animali potranno divertirsi, con la storia di sorellanza di due cagnoline contro l’eterno nemico felino nel magico mondo di THE ODD ADVENTURES OF NINJA & BIBBY creata dal regista polacco Piotr Różycki per Laniakea Pictures. Ancora animali nel mondo di TOINK!, abitato da creature bizzarre dove iniziano ad apparire strani animali, la serie è scritta da Bert Lesaffer e dalla regista An Vrombaut (Belgio-Paesi Bassi). La diversità arriva anche dal Sud Africa, dove, in TROLL GIRL, dell’animatrice e creatrice Kay Carmicheal, la giovane troll Olive, si ritrova abbandonata in un villaggio umano.

Nella selezione non manca il segmento young-adult con i travagli di un gruppo di adolescenti “secchioni” ed extra dotati di HIGHLY GIFTED, una storia di formazione che affronta temi come il genere, la sessualità e la politica. La serie semi-autobiografica creata da Jeremy e Daniel Leher (The Leher Brothers), è prodotta da Moonrise Pictures ed è un adattamento della web-serie di Snapchat che vedeva nel cast l’icona pop e cantante Kesha, l’attore Drake Bell, il comico Ron Funches, il premio Oscar Nat Faxon, l’attore Josh Brener e il comico Jamie Curry. Infine, debuttano sul mercato le inaspettate supereroine DORIS & BETTY, 2 operaie in pensione a cui sono stati erroneamente assegnati superpoteri che devono prendersi le loro responsabilità nei confronti del mondo. Adattamento da Doris & Bettan Strikes di Ellen Ekman, la serie è portata sul mercato dalla powerhouse scandinava Nordisk Film Production.
 DOC CO-PRODUCTION MARKET & PITCHING FORUMIl Doc Co-production Market & Pitching Forum del MIA, ha raggiunto obiettivi di grande rilevanza che testimoniano ancora una volta lo status internazionale del mercato di Roma e la grande fiducia da parte degli operatori internazionali del settore. I 18 progetti selezionati, provenienti da 8 paesi diversi, verranno presentati a professionisti di tutto il mondo da società di produzione che hanno scelto il MIA Doc Factual per il debutto di questi titoli nel percorso di costruzione della loro architettura produttiva.

I progetti sono stati selezionati dal comitato composto da: Sabine Bubeck-Paaz, Commissioning Editor di ZDF, Germania; Rudy Buttignol, Broadcast Strategy & Brand di NXT, Canada; Arianna Castoldi, Head of Doc Sales di Mediawan Rights, Francia; Silvia De Felice, Capo Progetto Arte Cultura ed Educational di Rai, Italia; Hedva Goldschmidt, Managing Director di Go2Films, Israele; Ken-ichi Imamura, commissioning editor di NHK Enterprise, Giappone; Björn Jensen, Managing Director di Ginger Foot Films, Germania; Serge Lalou, producer di Les Films d’Ici, Francia; Patrizia Mancini, consulente Freelance, Francia; Fabio Mancini, Commissioning Editor di Rai, Italia.

A testimonianza della qualità e della maturità della documentaristica italiana, sono stati selezionati 9 progetti italiani senza che il regolamento prevedesse quote di produzione nazionale. Tra i titoli italiani selezionati dalla giuria internazionale ampio spazio alle grandi storie e personalità: LETIZIA BATTAGLIA. L’INDOMABILE/HER NAME IS BATTLE, (TV one-off, regia di Cécile Allegra e prodotto da Massimo Arvat, Zenit Arti Audiovisive e Patricia Boutinard Rouelle, Nilaya Productions) è una coproduzione italo–francese che fa un ritratto della fotografa palermitana recentemente scomparsa. Una storia siciliana è anche quella di Tanino Murana accusato di avere collaborato con la Mafia in NON HO UCCISO BORSELLINO/I DIDN’T KILL BORSELLINO(docuserie, regia di Simone Manetti, prodotto da David Perluigi e Luca Motta, Loft Produzioni Srl con Cosetta Lagani, Salice Production), mentre ACHILLE LAURO-LA CROCIERA DEL TERRORE/ACHILLE LAURO-THE TERROR CRUISE (docuserie, diretta e prodotta da Raffaele Brunetti, B B Film) ci riporta al dirottamento della nave da crociera nel 1985. I temi sociali sono raccontati in NEAR LIGHT (docuserie, regia di Niccolò Salvato, prodotto da Mara Cracaleanu, Melancholia Pictures), 5 episodi che riflettono sulla drammatica situazione carceraria in Italia; così come MIA (feature doc, regia di Enrico Maisto, prodotto da Riccardo Annoni, Start) racconta la storia di integrazione di una famiglia con al centro una figura femminile carismatica. ILONA (feature doc, regia di Alessandro Galluzzi, prodotto da Chiara Salvo, Scarlett Produzioni) prende spunto dalla parabola politica di Ilona Staller per raccontare il femminismo in Italia e lo scontro contro il pregiudizio e il machismo nazionale. THE DREAMERS(feature doc, diretto e prodotto da Alessandro Galassi con Claudia Leon, Anamei Films), invece, è incentrato sulla resistenza delle donne afghane contro la violenza e l’oscurantismo dei Talebani. OCEAN DRIVE (feature doc, regia di Jesus Garcés Lambert, prodotto da Alessandro Lostia, Indigo Stories Srl) è la storia dell’insolita avventura di un padre e dei suoi figli che, a causa di una malattia terminale, decidono di realizzare il sogno di attraversare l’oceano con 2 automobili galleggianti. L’AFFAIRE MODIGLIANI/THE MODIGLIANI AFFAIRE (feature doc, regia di Luca Rea, prodotto da Domenico Procacci, Fandango) è l’analisi dello scandalo seguito alla beffa delle teste di pietra “erroneamente” attribuite all’artista livornese nel 1984, ma anche ad una serie di strani avvenimenti come la misteriosa morte della figlia di Modigliani, Jeanne.
L’Italia, è presente anche nelle suggestioni dei titoli internazionali proposti al MIA Doc come nel caso del francese ROME UNDERGROUND (TV one-off, regia di Laurent Portes, prodotto da Olivier Mille, Artline Films) che descrive le vicissitudini della realizzazione della Metropolitana della Capitale italiana nelle sue viscere ricche di archeologia e storia. Ancora un documentario francese prova a raccontare l’Italia di Silvio Berlusconi in IL PAESE CHE AMO/THE COUNTRY I LOVE (feature doc, regia di Fabio Lucchini, prodotto da Davide Morandini, Khora Film Productions), mentre il progetto svizzero JESUS GOES TO HOLLYWOOD (TV one-off, regia di Norbert Busè, prodotto da Corinna Dästnr, DokLab GmbH) ci porta nella Matera dei kolossal USA e il francese GEN (TV one-off, regia di Gianluca Matarrese, prodotto da Dominique Barneaud, Bellota Films) ci accompagna all’ospedale Niguarda di Milano dove le coppie ricorrono alla fertilizzazione in vitro. Il lussemburghese WAITING FOR FRÄNK (feature doc, regia di Désirée Nosbusch, prodotto da Alexandra Hoesdorff) è legato allo scandalo delle criptovalute One Coin. E ancora, il canadese THE TRACK (feature doc, diretto e prodotto da Ryan Sidhoo, Spirit of 84 Films) segue le avventure di 3 aspiranti atleti olimpici nella Bosnia di oggi. Il taiwanese DESPERATELY SEEKING RAINBOWS (feature doc, regia di Kenny Png e prodotto da Stefano Centini, Volos Films) è un inquietante backstage del mondo del porno asiatico. E ancora l’armeno PRICE OF HISTORY (feature doc, diretto e prodotto da Vardan Hovhannisyan, Bars Media) affronta temi legati all’archeologia contemporanea. L’israeliano HOT SPOT (feature doc, regia di Karin Kainer e prodotto da Osnat Saraga, Ananey ricorda la crisi di 5 teenager in una scuola per futuri leader non lontano da Gerusalemme.DRAMA CO-PRODUCTION MARKET & PITCHING FORUMIl Drama co-production Market & Pitching Forum del MIA presenterà una selezione di 14 progetti di serie provenienti da 9 paesi. I progetti sono stati valutati dal Drama Selection Committee, composto da Manuel Alduy, Head of Cinema and Digital & International Fiction di France Télévisions; Erik Barmack, CEO e fondatore di Wild Sheep Content, USA; Sasha Breslau, Head of Content Acquisitions di ITV Studios, Regno Unito; Tesha Crawford, Senior Vice President Global Scripted Series di Universal International Studios, Regno Unito; Anna Croneman, Head of Drama di SVT, Svezia; Kathryn Fink, Director of Television di SBS, Australia; Robert Franke, Vice Presidente Drama di ZDF Studios, Germania; Krisztina Gallo, Head of International Coproduction di VIAPLAY’s Paprika Studios, Ungheria; Helene Goujet, VP of Acquisitions and Editorial di HBO Max-Warner Bros. Discovery Streaming Europe; Françoise Guyonnet, Executive Managing Director TV Series di Studiocanal, Francia; Marc Lorber, Studio Executive, Produttore e International advisor; Meghan Lyvers, Director Original Series di Sky Studios Regno Unito e Irlanda; Marike Muselaers, Head of International Financing and Co-productions di Nordisk Film, Svezia; Neerja Narayanan, Produttrice e Studio Executive, USA/India; e Kateryna Vyshnevska, Produttrice e Head of Development di Ukrainian FILM.UA Group.

La selezione dei progetti di quest’anno comprende 4 produzioni italiane: MILLE VOLTE ALL’ALBA/A THOUSAND TIMES AT DAWN prodotto da Domenico Procacci e Laura Paolucci per Fandango e basato sul romanzo Tre volte all’alba di Alessandro Baricco. KANUN, del produttore italo-albanese Ariens Damsi di ElioFilm, racconta la storia di Arion che scopre di essere l’erede della più famigerata famiglia albanese di coltivatori di marijuana. DUE ORE DA ADESSO/TWO HOURS FROM NOW, una serie d’azione prodotta da Nicola De Angelis per Fabula Pictures. SERGIO MARCHIONNE-CONFESSIONS OF A CAPITAL JUNKIEl’incredibile storia di vita del più famoso CEO italiano, prodotto da Maria Theresia Braun e Roberto Amoroso per Alfred Film.

Tra i titoli selezionati, 3 progetti sono il risultato di co-produzioni tra vari paesi e player internazionali: HALLYU- ONDA COREANA/HALLYU-KOREAN WAVE, coproduzione italo-francese che esplora la storia immaginaria della prima band K-pop occidentale. La serie è prodotta da Stefano Centini (Volos Films Italia), Farid Rezkallah (24images Production) e Paolo Maria Spina (Revolver). THE RIDGE, coproduzione tra Nuova Zelanda (Great Southern Television) e Francia (Oble TV), racconta la storia di Mia, una ragazza che si trasferisce in una comunità Maori e deve affrontare la morte della sorella e i suoi segreti. THE GOLDEN EGG HOTEL, serie dramedy prodotta da Maria Ishak per Asacha Media Group (Francia) e Sandrine Zeynoun per The Big Picture Studios (Libano).
Per quanto riguarda le produzioni internazionali, 2 sono i progetti provenienti dalla Grecia: COSTA ARMONIA, una serie in cui Parasite incontra Dark Star sul set di The White Lotus, prodotta da Amanda Livanou per Neda Film; LOOM, una commedia sprezzante dalla satira incisiva prodotta da Nicholaos Alavanos per Filmiki SA. Dall’Irlanda arriva FACTORY GIRL, prodotta da Ailish McElmeel per Deadpan, su una giovane donna che cerca di fuggire dalla piccola città dell’Irlanda del Nord in cui vive. Da Israele arrivano 2 serie, HEART OF A KILLER, un medical prodotto da Noa Gavish e Adi Bar Yosef per Endemol Shine Israel; e la serie dramedy NON ISSUE, prodotto da Efrat Dror per Herzelia Studios su una coppia ebreo-palestinese. In rappresentanza della Spagna, LUCIO’S TREASURE, miniserie scritta e prodotta da Alberto Rull, su un uomo qualunque che ha quasi mandato in bancarotta la First National City Bank of America. Dal Belgio arriva la serie drammatica ALE MARY, che vede il bizzarro incontro tra birra e religione, prodotta da Arnauld de Battice e Marianne Chénet per AT-Production.
 FILM CO-PRODUCTION MARKET & PITCHING FORUMIl MIA |Film Co-Production Market & Pitching Forum del MIA presenterà all’industria internazionale una selezione di 15 progetti di lungometraggio cinematografico, provenienti da 13 Paesi.

I progetti sono stati valutati e scelti dal comitato di selezione composto da Naima Abed, CEO & Co-Founder di Paradise City, Regno Unito;  Eva Åkergren; Producer di Nordisk Film Production, Svezia; Claudia Bluemhuber, CEO & Managing Partner di Silver Reel, Svizzera; Kevin Chan, Global Co-Head of Acquisitions di MUBI, Regno Unito/USA; Céline Dornier, Head of Film Investments and International Coproductions di Logical Pictures, Francia; Eva Esseen Arndorff, CEO di TriArt Distribution, Svezia; Mike Goodridge, CEO & Founder di Good Chaos, Regno Unito; Alexis Hofmann, Head of Acquisitions di Bac Films, Francia; Phil Hunt, CEO di Head Gear Films, Regno Unito; Carla Quarto di Palo, Head of International Sales di Cornerstone Films Limited, Regno Unito; Bastien Sirodot, CEO & Producer di Umedia, Belgio; Margrit Stärk, Director Acquisitions & Coproductions Feature Films di ZDF Studios, Germania.

Sei dei 15 progetti selezionati sono di registe e in più della metà dei progetti si esplorano storie al femminile, confermando la sensibilità del MIA ai temi dell’inclusività e della parità di genere.

A STORY OF THREE GIRLS di Nursen Çetin Köreken, in cui il mondo del sollevamento pesi fa da sfondo alle storie di 3 ragazze, che tra abusi e costrizioni sociali lottano per affermare la propria identità nella complessa realtà della Turchia contemporanea. CONSUELO, opera prima di Tatianna Kantorowicz, che affronta il passaggio dall’adolescenza all’età adulta di una ragazza che fugge da un paesino per scoprire se stessa nella città di Bogotà. FAR FROM THE TREES di Meritxell Colell Aparicio, talentuosa regista già alumna del mercato di co-produzione del MIA, che torna con una storia che parla di distanza, legami e ricerca delle proprie radici. RUBY di Silvana Santamaria, basato sulla storia vera dell’ex pilota di corse automobilistiche ed ex infermiera Josephine Rubino, personaggio allo stesso tempo ordinario e straordinario. THE WOMAN I LOVE, opera prima di Céline Dondénaz, che narra la storia di due donne che, trovandosi su fronti opposti rispetto alla questione dell’identità trans, si innamorano senza sapere che tra di loro c’è un segreto. Gli altri progetti selezionati: ANTHOLOGY di Nicolas Saada, un viaggio nel tempo e nello spazio, che intreccia 6 narrazioni uniche da Parigi a Seattle, dalla Seconda Guerra Mondiale a Londra alla Vienna del dopoguerra. A GIFT TO MY MOTHER di Aaron Brookner, autore già prodotto da Jim Jarmusch i cui precedenti titoli sono stati presentati e premiati nei più prestigiosi festival internazionali, che qui si cimenta con una storia di segreti familiari con inediti toni dark. CHILDREN OF THE MONKEY di Tommaso Landucci, la cui sceneggiatura ha vinto il Premio Solinas, che racconta le difficoltà di un padre nell’accettazione del figlio disabile. I WILL FIND YOU di György Kristóf, il cui precedente Out è stato presentato a Cannes e che con il suo film successivo ha già partecipato al mercato di co-produzione del MIA. IL CILENO di Sergio Castro San Martìn, che segue le vicende di un giovane rivoluzionario cileno negli anni Settanta alla ricerca del proprio posto nel mondo tra Santiago del Cile e Torino. THE FERRYMAN di Juraj Nvota, che, pur ponendo al centro il tema della morte, lo affronta in maniera inedita attraverso il viaggio grottesco e divertente di tre fratelli attraverso la Slovacchia contemporanea; THE RABBI, coraggiosa opera prima di Uriya Hertz ambientata nel mondo delle yeshiva (le scuole religiose ebraiche) prodotta dall’israeliana July- August Productions, già dietro numerosi titoli che hanno attraversato con successo il circuito internazionale dei Festival più rilevanti, da Cannes a Venezia. Oltre alla selezione internazionale, per il quarto anno, il Film Co-Production Market & Pitching Forum presenta
WANNA TASTE IT?, sezione dedicata esclusivamente a progetti cinematografici italiani in sviluppo: una piattaforma di lancio e crescita per l’industria e il talento italiani. Sono 3 i progetti selezionati: ANGIOLINA AND THE CAPTAIN di Costanza Quatriglio, BEYOND THE SMOKING EARTH di Gianluca Granocchia e JAZZ SUITE FOR A DYSFUNCTIONAL FAMILY di Tommaso Pitta.
 C EU SOONOtto film (tra cui 2 debutti e 2 opere seconde) sono stati selezionati per C EU SOON- il programma di work in progress dedicato ai film europei in post-produzione in cerca di venditori internazionali – dal comitato di selezione composto da Aranka Matits, fondatrice di Featurette; Jaume Ripoll, cofondatore e direttore editoriale di Filmin e Pape Boye, fondatore di Black Mic Mac. I film selezionati saranno presentati a un pubblico di sales agents, distributori e professionisti, e saranno poi oggetto di sessioni di incontri individuali.

La selezione mostra la vitalità del cinema europeo, in equilibrio tra registi e produttori più affermati e rinomati e nuovi talenti al loro debutto o alla loro opera seconda. Antonin Svoboda, fondatore del famoso collettivo austriaco Coop99 filmproduktion insieme ai colleghi registi e produttori Jessica Hausner e Barbara Albert, dirige PERSONA NON GRATA, un dramma su una donna fuori dal comune che affronta i demoni di un passato di abusi sulla scia dell’era #MeToo. Guido Chiesa, il regista italiano veterano capace di padroneggiare con successo generi diversi, torna al dramma con PER AMORE DI UNA DONNA/FOR THE LOVE OF A WOMAN, il viaggio in Israele di una donna americana che scopre inaspettati segreti di famiglia, il film è basato sul romanzo bestseller The Loves of Judith del celebre scrittore israeliano Meir Shalev. Ringo Media torna a C EU Soon dopo aver vinto lo Screen International Award nel 2022 con Matrìa di Álvaro Gago (selezionato alla Berlinale Panorama nel 2023) con EN VIGILIA/THE IMMINENT AGE, opera prima di Clara Serrano Llorens e Gerard Simó Gimeno che ci racconta la storia del giovane Bruno, alle prese con la decisione di lasciare la nonna in una casa di riposo. Con EMALOVI/ LIONESS, prodotto dalla pluripremiata casa di produzione estone Allfilm, la regista Liina Trishkina-Vanhatalo segue il viaggio tra equilibrio e follia di una madre alle prese con una figlia adolescente e ribelle. Primo lungometraggio del promettente regista e produttore portoghese André Gil Mata, SOB A CHAMA DA CANDEIA/UNDER THE FLAME OF A CANDLE è una visione poetica della presa di coscienza di una donna che
rilegge gli eventi del suo passato. PIETINIA KRONIKAS/SOUTHERN CHRONICLES, di Ignas Miskinis è una divertente commedia su gioie e dolori del primo amore per il diciassettenne rugbista Rimants. BLUISH di Lilith Kraxner & Milena Czernovsky getta uno sguardo tenero su due adolescenti disorientati alle prese con la loro vita quotidiana. Con THE ANSWER TO ALL QUESTIONS il produttore e regista Dimitar Kotzev firma il suo debutto con un dramma misterioso su tre giovani donne e la loro ricerca della felicità.

I film selezionati per C EU SOON concorrono allo Screen International Award, che consiste in una copertura stampa dedicata su Screen International.

Tutti i titoli selezionati nei Content Showcase del MIA (GREENLit, Italians DOC IT Better, International Factual Forum and Any Show) saranno annunciati nelle prossime settimane.
 HOSTED PROGRAM: SPANISH SCREENINGS ON TOURIl MIA 2023 ospiterà gli Spanish Screenings on Tour, una delle principali iniziative di Spanish Screenings XXL volta a dare impulso e offrire nuove opportunità all’industria audiovisiva spagnola, anche attraverso la presenza in mercati rilevanti a livello internazionale, come il MIA. Spanish Screenings on Tour è sostenuto con il Piano di Recupero, Trasformazione e Resilienza promosso dal Ministero spagnolo della Cultura e dello Sport attraverso l’Instituto de la Cinematografia y las Artes Audiovisuales (ICAA); il Ministero spagnolo degli Affari Economici e della Trasformazione Digitale attraverso ICEX España Exportación e Inversiones, il Festival di Malaga e il Festival di San Sebastian.

Al MIA, Spanish Screenings on Tour 2023 presenterà 31 titoli in diverse fasi del loro ciclo di vita: 5 progetti in fase di sviluppo, 4 film in post-produzione, 4 lungometraggi in anteprima di mercato, 12 trailer di film di prossima uscita e 8 titoli con potenziale di remake. Due dei titoli sono inseriti in più di una categoria.

SHOWCASE–Progetti in fase di sviluppo: ESTRANY RIU/STRANGE RIVER, regia di Jaume Claret Muxart prodotto da Zuzú Cinema, Miramemira, AmorAmbre, Alba Sotorra e Schuldenberg Films (coproduzione ispano-tedesca). ESTE CUERPO MÍO/THIS BODY OF MINE, regia di Afioco Gnecco e Carolina Yuste, prodotto da Potenza Producciones. MALA GENT/UNKIND PEOPLE, regia di Sara Gutiérrez Galve, prodotto da Materia Cinema. LOS FINES DE SEMANA/WEEKENDS, regia di Alicia Moncholí, prodotto da Oberon Media. UN SUPERMERCADO EN TIGADAY/A SUPERMARKET IN TIGADAY, regia di Paula Bilbao, prodotto da Amissus Producciones.

SPANISH WIP–Film in Post-produzioneROCK BOTTOM, regia di María Trenor, prodotto da Alba Sotorra, Jaibo Films, Empàtic e GS Animation (Spagna-Polonia). ARIEL, regia di Lois Patiño, prodotto da Filmika Galaika e Bando À Parte (Spagna-Portogallo). POR DONDE PASA EL SILENCIO/WHERE THE SILENCE PASSES, regia di Sandra Romero, prodotto da Mammut, Playa Chica, Icónica e Auna Producciones. VALENCIANA, regia di Jordi Nuñez, prodotto da Pegatum Transmedia, Dacsa Produciones, Ambar Pictures, Solowork Films.

MARKET PREMIERES–Lungometraggi in anteprima di mercatoCHINAS/CHINAS A SECOND-GENERATION STORY, regia di Arantxa Echevarría, prodotto da Lazona e TVTec; sales: Latido Films. LA LLEGENDA DE L’ESCANYAPOBRES/GOLD LUST, regia di Ibai Abad, prodotto da Nakamura Films, Mayo Films e Abacus; sales: Feelsales. EL SALTO/JUMPING THE FENCE, regia di Benito Zambrano, prodotto da Cine365 Films Canarias AIE, Cine365 Films, Castelao Productions e Noodles Production; sales: Filmax. LA ESTRELLA AZUL/THE BLUE STAR, regia di Javier Macipe, prodotto da Mod Producciones, El Pez Amarillo, Cimarrón, La Charito Films e Prisma (Spagna-Argentina); sales: Film Factory Entertainment.

NEXT FROM SPAIN – COMIN’UP – Trailer di film di prossima uscitaSEGUNDO PREMIO/SATURN RETURN, regia di Isaki Lacuesta, prodotto da La Terraza Films, Áralan Films, Capricci Films, Ikiru Films, BTeam Pictures e Sideral; sales: Latido Films. UNA BALLENA/A WHALE, regia di Pablo Hernando, prodotto da Señor & Señora, Sayaka Producciones, Orisa Produzioni (Spagna-Italia); sales: Latido Films. JUSTICIA ARTIFICIAL/ARTIFICIAL JUSTICE, regia di Simón Casal, prodotto da Tornasol Media, Abano Production, Ukbar Filmes (Spagna-Portogallo); sales: Latido Films. EN LA ALCOBA DEL SULTÁN/IN THE SULTAN & BEDCHAMBER, regia di Javier Rebollo, prodotto da Paraiso Production, Sideral, Eddie Saeta e Noodles Production (Spagna-Francia); sales: Sideral. AS NEVES/THE SNOWS, regia di Sonia Méndez, prodotto da Aquí y Allí Films e Cósmica Producións; sales: Sideral. ALPHA, regia di Magalí Daich Varela, prodotto da Sideral (Spagna-Italia; sales: Sideral. LA ERMITA/THE CHAPEL, regia di Carlota Pereda, prodotto da Filmax (Castelao Pictures SLU and Castelao Productions SA e Bixagu Entertainment; sales: Filmax. EL AMOR DE ANDREA/ANDREA’S LOVE, regia di Manuel Martín Cuenca, prodotto da Loma Blanca PC, Lazona, El Amor De Andrea AIE, Nephilim Producciones, Alebrije Cine y Vídeo; sales: Filmax. LA NAVIDAD EN SUS MANOS/THE NIGHT MY DAD SAVED CHRISTMAS, regia di Joaquín Mazón, prodotto da Nadie Es Perfecto, Esto También Pasará, Bowfinger International Pictures, Sdb Films, Mogambo; sales: Filmax. LA MUJER DORMIDA/THE SLEEPING WOMAN, regia di Laura Alvea, prodotto da La Claqueta PC e Coming Soon Films; sales: Filmax. THIRD WEEK, regia di Jordi Torrent, prodotto da Duende Pictures, RFS Wolf Entertainment e Toned Media (Spagna-USA); sales: Feelsales. THE RESTORATION, regia di David M. Mateo, prodotto da Eodem Pictures; sales: Feelsales.

REMAKES –Titoli con potenziale di remakeNO MATARÁS/CROSS THE LINE, regia di David Victori, prodotto da Castelao Pictures (Filmax); sales: Filmax. LA LISTA DE LOS DESEOS/WISHLIST, regia di Álvaro Díaz Lorenzo, prodotto da Spal Films, Suroeste Films e A Contracorriente Films; sales: Latido Films. TODOS LOS NOMBRES DE DIOS/ALL THE NAMES OF GOD, regia di Daniel Calparsoro, prodotto da Tripictures, Second Gen Pictures e Wanda; sales: Latido Films. CAMPEONES/CHAMPIONS, regia di Javier Fesser, prodotto da Morena Films, Movistar Plus+ e Películas Pendelton; sales: Latido Films. BAJO TERAPIA/UNDER THERAPY, regia di Gerardo Herrero, prodotto da Tornasol Media; sales: Latido Films. COSES A FER ABANS DE MORIR/THINGS TO DO
BEFORE YOU DIE
, regia di Cristina Fernández Pintado, Miguel Llorens, prodotto da The Fly Hunter e Fosca Films; sales: Feelsales. THIRD WEEK, regia di Jordi Torrent, prodotto da Duende Pictures, RFS Wolf Entertainment e Toned Media (Spagna-USA); sales: Feelsales. THE RESTORATION, regia di David M. Mateo, prodotto da Eodem Pictures; sales: Feelsales.

L’ampia vetrina di produzioni che saranno presentate da Spanish Screenings On Tour al MIA sarà accompagnata dalla partecipazione dei professionisti presenti ad attività quali tavole rotonde e conferenze, e dall’organizzazione di una serie di incontri di networking tra l’industria audiovisiva spagnola e quella internazionale. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito web https://spanishscreenings.online./