Meta-Siae, si estende al 31 gennaio l’accordo transitorio per la musica sui social

Condividi

Si estende l’accordo transitorio tra Siae e Meta per l’uso della musica italiana sulle piattaforme social della holding. Inizialmente fissata al 6 ottobre, la scadenza – per arrivare a un’intesa – è ora prorogata al 31 gennaio 2024.

“Abbiamo concordato una nuova estensione dell’accordo di licenza con Siae. Utenti e creator continueranno ad accedere al catalogo Siae mentre portiamo avanti le negoziazioni per un accordo a lungo termine”, ha spiegato un portavoce di Meta, citato da Ansa.

Il caso esploso a marzo

Prima della proroga di maggio, le tensioni tra le due parti erano esplose a metà marzo, quando Meta, che controlla Instagram e Facebook, aveva annunciato di non aver raggiunto l’accordo con Siae per il rinnovo della licenza sul diritto di autore: come conseguenza immediata, erano stati rimossi o silenziati i contenuti con musica della library della Siae.
Inizialmente il blocco aveva interessato anche Soundreef, che però già da fine marzo aveva collaborato con Meta per ripristinare i brani degli autori da loro gestiti.

Per sbloccare la situazione si era mossa anche la politica, con tentativi di mediazione portati avanti in particolare da Lucia Borgonzioni, sottosegretaria Mic.

Siae in polemica

Intervenendo sull’estensione, Siae ha voluto puntualizzare che “la proroga dell’accordo raggiunto grazie all’intervento dell’Autorità Antitrust è temporaneo ed esclusivamente volto a tutelare l’industria creativa nazionale e, segnatamente, gli autori”.
La Siae, citata sempre da Ansa, ha chiarito inoltre che “Meta continua a rifiutarsi di fornire ogni informazione utile per assicurare la corretta remunerazione del diritto d’autore ai sensi del provvedimento dell’Autorità e della normativa Ue”.