Ue, lettera di richiamo anche per YouTube: via i video terroristici

Condividi

Dopo X, Meta e TikTok, l’Ue allerta anche Youtube sulla necessità di prestare più attenzione alla disinformazione in circolo sul conflitto in corso in Israele, dopo gli attacchi di Hamas.

Come per gli altri social, l’avvertimento è arrivato con una lettera del commissario per il mercato iterno Thierry Breton inviata al ceo di Google Sndar Pichai e il richiamo al rispetto del Digital Services Act.
“Avete l’obbligo particolare di proteggere i milioni di bambini e adolescenti che utilizzano le vostre piattaforme nell’UE da contenuti violenti che raffigurano la presa di ostaggi e altri video espliciti”, si legge in un passaggio.
La rihiesta è sempre quella di agire “entro 24 ore”, mettendo in atto misure “appropriate e proporzionate” di “mitigazione del rischio” e a tutela della “sicurezza pubblica”.