Araimo (ceo WBD) su Fazio: “Grande partenza, ma sarà una maratona”. L’adv ha fatto il pieno

Condividi

Grande contententezza in casa Warner Bors. Discovery per il successo del lancio di ‘Che tempo che fa’. Il General Manager Italy & Iberia: “Non potremmo essere più soddisfatti di un consenso così ampio”. Pieni i break pubblicitari, tanti nuovi clienti, ‘golden minute’ come in Rai, e San Carlo come ‘brand content’.

E’ andata benissimo la partenza di ‘Che tempo che fa’ sul Nove. Alessandro Araimo, General Manager Italy & Iberia di Warner Bros. Discovery, ha commentato così il battesimo del programma: “La partenza è stata eccellente, sappiamo che la distanza è quella di una maratona e non di uno sprint, ma non potremmo essere più soddisfatti di un consenso così ampio”. In totale tutte le emissioni del gruppo Warner Bros.

Alessandro Araimo e Massimo Ghedini

Discovery ‘CTCF’ ha avuto 2.005.000 spettatori con il 10,79% nell’anteprima, 2.608.000 spettatori con il 13% nella parte chiave, centrale e 1.476.000 spettatori con il 10.83% in quella finale. “Il pubblico ci ha seguito – ha dichiarato sul tema il manager – ed ha apprezzato le scelte che sono state fatte e come editore siamo realmente orgogliosi di aver proposto uno programma, anzi un’intera serata, del livello di quello di ieri sera. Fabio, Luciana e tutta la squadra di ‘Che tempo che fa’ con il loro indiscusso talento – ha continuato Araimo – sono parte fondamentale di un progetto di crescita organico e strategico del Nove e del portfolio Warner Bros. Discovery, che ieri ha dimostrato tutta la sua forza amplificando, grazie a un gioco di squadra, la promozione del programma e il raggiungimento, per la serata di debutto, della più ampia audience possibile.”

Spazi pieni

Il programma è apparso identico, o quasi (una novità assoluta, in realtà, è stato il ‘pre’ con Nino Frassica, che allunga di mezzora la durata) alla sua ultima versione Rai, e sono stati simili e buoni – oltre che i risultati di ascolto – anche quelli dell’advertising. Allo spazio dell’intervista con Roberto Burioni è toccato ospitare, come succedeva spesso sui Rai3, il ‘golden minute’ pubblicitario. Il branded content lo ha fatto San Carlo, ma sono andati esauriti tutti gli spazi della tabellare. Presenti tutti i grandi spender e, soprattutto, tanti nuovi clienti per la concessionaria guidata da Massimo Ghedini. Ma il cammino è lungo, dicono da WBD.