L'”amaro” fattore Morgan, giudice di Sky

Condividi

Fedez laconico e magrissimo, costretto a ripetere che “sto meglio”, ma più interessato a spiegare che “mi ha chiamato l’ad”, riferendosi a Roberto Sergio e a una telefonata pacificatoria dopo l’esclusione da ‘Belve’. Dargen che prende a gabbo Federico con evoluzione alfabetica: a me invece ha chiamato la effe, la gi…
Ambra in versione maestrina che cerca di tenere buoni i compari, indisciplinati come “neanche i miei figli”.
Ma soprattutto Morgan.

Marco Castoldi (Morgan), ‘X Factor’ (foto Ansa/Mourad Balti Touati)

Alla presentazione del nuovo ‘X Factor’, che parte stasera su Sky Uno e in streaming su Now, con la conduzione per il secondo anno di Francesca Michielin, i quattro giudici sul palco hanno giocato a fare gli insubordinati.
Dopo aver presentato ognuno la propria squadra, con concorrenti dai 16 ai 40 anni, tutti piuttosto emozionati, il quartetto si è accomodato sul palco e si è ‘esibito’.
Più di tutti lo ha fatto Marco Castoldi, in occhialoni e Corriere della sera aperto, che fingeva di leggere davanti al pubblico dei giornalisti.

Sergio Endrigo

Allegria, voglio fare il testimonial

Ufficialmente distratto, quasi annoiato dopo aver portato le sue squadre a vincere ben 5 edizioni del talent, Morgan si è però improvvisamente rianimato alla magica parola: Jägermeister.
Essendo con i suoi 50 anni il più ‘agé’ del gruppo, si è infatti entusiasmato a sentire che il famoso amaro entra come nuovo sponsor di ‘X Factor’. E ne ha ricordato – agli ignari compagni – la passata campagna di fine anni Settanta, battezzata ‘Così fan tutti’.
Quella in cui personaggi famosi o sconosciuti completavano volta a volta la frase “Io bevo Jägermeister perché…”. Il copywriting arrivava (e questo fu uno degli elementi di fortuna degli annunci), nei casi migliori, anche dai lettori.
Ma fra tutti il soggetto che più è piaciuto a Morgan è quello con Sergio Endrigo, dove “il cantante più triste mai visto spiega che beve perché l’amaro gli mette allegria”. E mentre ironizza sul paradosso, Castoldi ne approfitta per autoproporsi.
Posto che i testimonial continuano a imperversare nella pubblicità, perché non scegliere lui?

Dargen D’Amico, Morgan, Francesca Michielin, Ambra Angiolini, Fedez

Anzi, già che c’è suggerisce anche la headline: “Io bevo perché sono tranquillo”. Ossia: come smentire in cinque parole l’attendibilità di una campagna pubblicitaria, visto il suo talento del musicista col pizzetto per imbufalirsi e scatenare polemiche con affermazioni omofobe o serate in compagnia di Sgarbi.
Ma il paradosso conferma anche l’ottimo senso dello spettacolo di Morgan. D’altra parte se – come ha detto lui stesso alla presentazione di ‘X Factor’ – in Italia c’è molto talento, che però la società fa di tutto per coprire, allora meglio uscire allo scoperto. Con l’aiuto anche di un bicchierino di amaro