Mediaset batte Rai: sue Coppa Italia e Super Coppa fino al 2027

Condividi

Si è conclusa la gara per l‘assegnazione dei diritti tv di Coppa Italia e Super Coppa (nuovo formato in tre partite). Tra la proposta di Mediaset e quella della Rai, che si erano confrontate con le proprie offerte anche nelle trattative di venerdì scorso, è risultata più conveniente per i club quella di Cologno, che proietta possibili introiti per 58 milioni circa.

Ha vinto Mediaset. Coppa Italia e SuperCoppa andranno in onda ancora sulle reti del gruppo guidato da Piersilvio Berlusconi fino al 2027. All’insegna di una conferma e di un congruo aumento del prezzo l’esito della gara appena assegnata. Tra la proposta della Rai e quella di Cologno, che si erano impegnate nelle trattative private fino a venerdì scorso, è risultata più conveniente per i club quella dell’incumbent.

Niente di strano che sia stata Mediaset a fare l’offerta più alta, in un contesto complessivo in cui, nel prossimo triennio, le emittenti del gruppo guidato da Piersilvio Berlusconi dovranno già fare a meno del ricco pacchetto di partite di calcio internazionale che avevano in dotazione nelle scorse stagioni. Canale5, infatti, ha trasmesso e sta trasmettendo per l’ultimo anno la Champions League in chiaro e Infinity ha mandato e sta mandando on air le partite in streaming dello stesso torneo, tranne quella ‘italiana’ del mercoledì, che è un cespite esclusivo di Prime. Mentre in versione satellite il torneo, nonché l’Europa League e la Conference League sono detenuti da Sky.

In calcio d’angolo

Ecco, se Sky e Prime sin sono confermati detentori dei diritti delle coppe per club anche nelle prossime edizioni di queste manifestazioni continentali, con la Champions League che è divenuta più ricca di partite, ciò non è avvenuto per Mediaset. Che alla fine, inoltre, non è entrata neanche nella spartizione dei diritti tv del prossimo quinquennio della Serie A, dove pure si era candidata per mandare in onda la famosa partita in chiaro settimanale.

Aumento congruo

L’offerta di Mediaset è stata pari a circa 56 milioni di euro (compresa parte variabile) e con più di 2 milioni di costi fissi a carico, per un valore totale di circa 58 milioni annui da investire, rispetto ai 48 milioni versati nel triennio 2021/24. La votazione dei club collegati virtualmente ha registrato 18 voti favorevoli, con il Napoli e la Fiorentina astenuti.

A secco rimane la Rai, che per colmare il ‘vuoto’ sul fronte dei diritti tv delle competizioni per club, già alla fine della scorsa stagione aveva ‘dovuto’ accordarsi con Sky e Prime per ottenere la sub-cessione dell’emissione in chiaro delle semifinali di Europa League e Champions League con le italiane in campo.   

L’aumento spuntato dalla Lega è anche il frutto del miglioramento del format della Super Coppa, che ora prevede una final four in tre partite che, disputata in Arabia Saudita, introiterà ulteriori 23 milioni pagati dal Paese ospitante i match (le semifinali Napoli-Fiorentina e Inter-Lazio e poi la finalissima).