Tim: spunta l’ipotesi di uno S-D engagement one way sull’offerta per NetCo

Condividi

In merito all’offerta di Kkr, domani al centro dell’esame del board di Tim, spunta l’ipotesi che possa essere oggetto di di un S-D engagement ‘one way’, una pratica in cui l’azienda ascolta il mercato su un tema di particolare importanza. E mentre resta l’ipotesi che il cda potrebbe valutare di convocare gli azionisti ad esprimersi in un’assemblea ordinaria consultiva, fornendo un loro parere non vincolante sull’operazione, sulla falsariga di quanto già avvenuto in Atlantia per la cessione di Aspi, l’azienda starebbe anche valutando la strada strada ‘S-D (Shareholder-director) engagement in modalità ‘one way’ con una call al mercato,agli investitori, che potrebbero dire la loro sull’operazione con i rappresentanti di Tim in una posizione “di ascolto”.

Tale tipologia di engagement è caratterizzata dalla sostanziale assenza di rischi sottesi alla normativa applicabile in tema di flussi informativi e market abuse. Come a dire che mette al riparo informazioni sensibili su cui appare opportuno mantenere una dose di riservatezza.

L’assemblea consultiva sarebbe comunque uno strumento valido, secondo i pareri legali raccolti dall’azienda sul tema, visto che non sarebbe necessaria una modifica dello statuto, considerato che Tim continuerebbe ad operare come operatore di rete mobile e gestirebbe attività di rete fissa.