Washington Post: Jeff Bezos sceglie William Lewis come editore e ad

Condividi

Al posto di Fred Ryan, dimessosi nei mesi scorsi

Cambio della guardia al Washington Post. Jeff Bezos ha nominato come editore e amministratore delegato del quotidiano William Lewis al posto di Fred Ryan, che si è dimesso all’inizio di quest’anno dopo aver guidato la testata dal 2014.

Chi è Lewis

Giornalista diventato dirigente, Lewis, 54 anni, ha lavorato diversi anne nei media britannici, come reporter ed editore economico e poi come caporedattore del Daily Telegraph.
Nel 2010 l’ingresso nell’impero di Rupert Murdoch, ricoprendo dal 2014 al 2020 il ruolo di ceo di Dow Jones ed editore del Wall Street Journal.
Dopo aver lasciato Dow Jones, Lewis ha co-fondato il News Movement, che si concentra sulla fornitura di notizie apartitiche al pubblico più giovane su TikTok, Instagram, YouTube e altre piattaforme social.

Rilancio di conti e abbonati per il Washington Post

La mossa arriva dopo un periodo piuttosto difficile per i conti del Washington Post, con il calo di pubblico e abbonati, il conseguente taglio del personale e una perdita prevista per quest’anno di 100 milioni di dollari. Per Lewis, al quale in molti attribuiscono il merito di aver aumentato la base di abbonati digitali del Wsj, l’obiettivo è dunque quello di riportare il giornale a una gestione in attivo.

In un’e-mail allo staff, Bezos ha citato il background di Lewis sia come giornalista che come dirigente nel renderlo “un ottimo candidato” per l’incarico. “Quando ho conosciuto Will, sono stato attratto dal suo amore per il giornalismo e dalla passione per il successo finanziario”, ha scritto Bezos.
“Will incarna la tenacia, l’energia e la visione necessarie per questo ruolo. Crede che insieme costruiremo il giusto futuro per il Post”.