Parental control, regole più stringenti dal 21 novembre

Condividi

Dal 21 novembre entrano in vigore nuove e più stringenti norme per tutelare i minori sul web. Sulla base di una delibera Agcom, infatti, verrà bloccato l’accesso a una serie di siti per le sim intestate a ragazzi con meno di 18 anni.
I portali bloccati sono riconducibili a otto categorie individuate dall’authority come inappropriate per un pubblico di minori e riguardano contenuti per adulti, gioco d’azzardo e scommesse, armi, violenza, odio e discriminazione, promozione di pratiche che possano danneggiare la salute alla luce di consolidate conoscenze mediche, anonymezer e sette.

Cosa prevede la norma

“Il blocco non agisce, nella maggior parte dei casi, a livello di singolo contenuto, ma a livello di dominio/sottodominio web, sulla base della classificazione/profilatura del sito/dominio o sottodominio fornita dal soggetto terzo e sulla base del blocco impostato o meno dall’utente amministratore della linea”, si legge nel testo. Con il consumatore che “viene messo nelle condizioni di poter personalizzare le categorie e liste presentate a seconda del livello di sicurezza che desidera”

Spid

Una volta raggiunta la maggiore età sarà poi possibile disattivare le limitazioni facendo attraverso il sistema pubblico di identità digitale (Spid), necessaria anche per attivare blocchi sulle sim intestate a minori