Jannik Sinner (Foto Ansa)

Sky si prende il grande tennis e i match di Sinner. Verso accordo con SuperTennis?

Condividi

Un contratto quinquennale, dal 2024 al 2028, garantisce la trasmissione di oltre 80 tornei ogni anno tra ATP e WTA con una copertura che chiama in causa Regno Unito e Irlanda, Italia, Germania, Austria e Svizzera, Lussemburgo e Liechtenstein. Tante partite, con l’annuncio di Sky che non parla di esclusiva. Si va verso un patto con SuperTennis

Sky insiste col tennis e si cautela sul fronte dei diritti tv. A raccontare le imprese di Jannik Sinner e della ottima leva di tennisti e tenniste italiane sarà ancora la pay. Per lo meno per quanto riguarda la parte predominante degli appuntamenti dei due circus principali. Una scelta quasi obbligata, considerata la popolarità montante del tennis nel nostro Paese e la credibilità acquisita da Sky in questi anni nel raccontare questi sviluppi. Poche settimane fa, oltre tutto, ben 7 milioni (free + pay) di spettatori in tv ha avuto il capitolo conclusivo delle Nitto Finals Torino tra Nole Djokovic e Jannik Sinner.  Anche oggi – del resto – Auditel ha raccontato degli ascolti raggiunti dalla partita della Coppa Davis tra Italia e Olanda, vinta per due a uno dagli Azzurri e con Jannik Sinner ancora protagonista.

Ed è imminente, nel week end, la semifinale con la Serbia, con un altro confronto aspro tra il campione della Val Pusteria e Nole. Ma anche le Nitto Finals e le altre partite dei circuiti top – ATP e WTA – hanno fatto risultati sempre più importanti in questi mesi con una prospettiva per gli anni a venire che dovrebbe essere ancora migliore, specie sul fronte maschile.

Novak Djokovic e Jannik Sinner (Foto Ansa)
Novak Djokovic e Jannik Sinner (Foto Ansa)

L’accordo appena siglato ha una dimensione e portata europea, con una copertura che chiama in causa Regno Unito e Irlanda, Italia, Germania, Austria e Svizzera, Lussemburgo e Liechtenstein.

Sky ha siglato – anche per Now – un contratto quinquennale, dal 2024 al 2028, che consente la trasmissione di oltre 80 tornei ogni anno tra ATP e WTA, con più di 4.000 partite di tennis. La partnership comprende le Nitto ATP Finals e le WTA Finals, i Masters 1000 e i WTA 1000, i 500, i 250 e le Next Gen ATP Finals presentate da Neom. Grazie al canale dedicato Sky Sport Tennis al 203 (anche in streaming su NOW), Sky potrà garantire una copertura molto estesa degli eventi principali.

Casa del Tennis

 Marzio Perrelli, Executive Vice President Sport di Sky Italia, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti di poter annunciare questo nuovo accordo pluriennale con ATP e WTA, che renderà Sky nei prossimi anni sempre più la Casa del Tennis. Ci confermiamo un punto di riferimento per gli amanti del tennis, continuando ad essere a fianco di questo sport che, grazie a grandi campioni, vive un momento straordinario e ha riacceso la passione e il tifo degli italiani. In particolare, con Sinner, che nelle ultime Nitto ATP Finals ci ha regalato emozioni e ascolti record. Con lui abbiamo trovato un protagonista pronto a scrivere una nuova pagina della storia di questo sport. Ma tutto il tennis azzurro non è mai stato così ricco di talenti. Sky Sport valorizzerà queste grandi imprese, con passione e innovazione, puntando sulla forza delle immagini e su un racconto che da sempre contraddistingue i nostri eventi e le nostre produzioni”.

Marzio Perrelli
Marzio Perrelli

Mark Webster, CEO di ATP Media, ha commentato: “Condividiamo molti valori, puntando all’innovazione e all’eccellenza, e speriamo che questo sia solo l’inizio di un nuovo fantastico capitolo per il tennis nei mercati Sky”.

Marina Storti, CEO di WTA Ventures, ha sottolineato: “Questa partnership è una notizia fantastica per gli appassionati di tennis. Sky Sport è ben nota per il suo sostegno allo sport di livello mondiale e sappiamo che sarà una fantastica piattaforma per mostrare le nostre eccezionali atlete WTA e ATP in un unico posto. Il futuro è luminoso per lo sport femminile e ci saranno ancora nuove opportunità di crescita”.

Prospettiva condivisione

I diritti tv in questione sono stati finora appannaggio anche di Supertennis, che su questa base di prodotto forgia la sua offerta. Mentre rimangono a WBD i diritti tv di Australian Open e Roland Garros, ma si tratta di tornei che però vanno già normalmente on air anche su Sky. Che detiene pure l’esclusiva su Wimbledon fino al 2026. E sempre sulla pay di Comcast fino all’anno prossimo sono ‘coperte’ anche le partite della nostra nazionale di Tennis.

Su gli US Open, poche settimane fa, SuperTennis aveva all’inizio lasciato intendere che avrebbe fatto valere i propri diritti esclusivi, per poi cedere una parte della copertura anche a Sky. Un accordo che potrebbe essere stato la premessa di un altro patto, che potrebbe chiamare in causa proprio questa acquisizione di Sky. Sulla pay di Comcast infatti piovono una tale quantità di appuntamenti del Tour e di partite che – anche per ragioni ‘politiche’ – sarebbe logico anche un ritorno strutturale alla collaborazione con l’emittente della FITP.