Sam Altman (Foto Ansa)

OpenAI rimanda al 2024 il lancio dello store per comprare chatbot

Condividi

Slitta a inizio 2024 il lancio dello store di OpenAi. Lo segnalano diversi siti internazionali, citando una nota inviata dal consiglio di amministrazione ai dipendenti.
Annunciato durante l’estate, alla prima conferenza degli sviluppatori, nelle intenzioni della società lo store vuole essere una piattaforma digitale dove chiunque può mettere in vendita e acquistare chatbot personalizzati, basati sul motore di intelligenza artificiale Gpt Builder.

Il terremoto ai vertici

Alla base del ritardo nel rilascio pare esserci la vicenda che nelle ultime settimane ha terremotato i vertici della startup con il licenziamento e il fulmineo reintegro del ceo Sam Altman. “Anche se ci aspettavamo di farlo debuttare questo mese, alcune vicende ci hanno tenuto inaspettatamente occupati”, si legge nella mail.
Nella stessa comunicazione, l’azienda sottolinea di aver apportato miglioramenti al modello Gpt in base al feedback degli utenti e afferma che sono in arrivo alcuni aggiornamenti, senza specificare quali.