Publicis Groupe racconterà l’evoluzione del Salone del Mobile.Milano

Condividi

Con l’artificial intelligence in chiave analitica e una piattaforma sviluppata ad hoc per creare arte generativa

 
Sarà interessante assistere cosa riuscirà a generare l’accordo tra l’eccellenza de Il Salone del Mobile di Milano e Publicis Groupe per l’ideazione e lo sviluppo delle attività di comunicazione per la 62esima edizione in programma a Milano dal 16 al 21 aprile 2024.


 Ad emergere nella gara avviata da Luca Adornato, Direttore Marketing e Comunicazione del Salone, per trovare un nuovo partner in comunicazione, e’ stata la sinergia tra la visione creativa di Independent Ideas e la strategia trasformativa e di innovazione di Publicis Sapient, come racconta un comunicato del gruppo di cui in Italia e’ ceo Roberto Leonelli. I due brand infatti hanno definito una progettualità inedita per cui, utilizzando con un approccio data-driven che è insieme espressivo e informativo. La strategia media sarà realizzata da Starcom.


  “Il Salone del Mobile.Milano è, per antonomasia, il luogo e il momento in cui il futuro del progetto si fa presente e reale,” sottolinea Luca Adornato,“Per questo, la nuova campagna di comunicazione, nata dalla collaborazione con Publicis Groupe, sfrutta il più innovativo tra tutti gli strumenti oggi a disposizione del marketing e della creatività, l’intelligenza artificiale, avendone colto le potenzialità per esprimere il proprio percorso evolutivo”. Nelle nostre campagne, l’AI verrà impiegata per comprendere, analizzare e raccontare storie, relazioni ed emozioni che la Manifestazione fa emergere durante tutto l’anno per creare sistemi narrativi che esprimono e valorizzano l’evento e la cultura del design. Publicis Groupe ci sta accompagnando in questa comunicazione non convenzionale, che si allontana dai codici tradizionali del settore e che, attraverso uno storytelling immaginifico e coinvolgente, consentirà di rappresentarne la concreta e costante innovazione.”


La nuova piattaforma di comunicazione omnicanale sarà lanciata nei prossimi mesi e racconterà identità, evoluzione e trasformazione di Salone del Mobile.Milano e dei suoi protagonisti da una prospettiva inedita e multidimensionale, fondendo insieme arte, design e tecnologia AI generativa. Il progetto è stato ideato e realizzato con la collaborazione scientifica di Paolo Ciuccarelli, professore di design e fondatore del DensityDesign Lab al Politecnico di Milano e del Center for Design a Northeastern University di Boston.

Alberto Fusignani, CEO di Independent Ideas.


 La sensazione è che si stia realizzando un salto del mondo della comunicazione in nuovi contesti dove grazie ai processi AI-driven come quelli progettati da Publicis Sapient, si possono analizzare le conversazioni su temi rilevanti, intercettando in tempo reale i dibattiti che animano la community, unitamente alle voci dei brand, dei designer e dei visitatori, “incanalando le riflessioni più significative in una piattaforma fluida in costante divenire”, dice Alberto Fusignani, CEO di Independent Ideas. “Questo ci permette di individuare e catalizzare gli insight più preziosi per generare creatività, realizzando sistemi artistici in grado di esprimere, interpretare e valorizzare i trend e la cultura del design”.


“Il progetto, che sarà realizzato da un team ibrido formato da designer e technologist di Publicis Sapient e creativi di Independent Ideas, spiega Laura Licari, Executive Experience Director di Publicis Sapient, “rappresenta perfettamente la continuità con cui all’interno di Publicis Groupe si sviluppano strategie che mettono al centro innovazione, impatto di business e qualità creativa, facendo leva sul ruolo abilitante dell’experience”.