Top programmi informazione più social: Ranucci domina. Ma La7 ‘sorpassa’ Rai3 e Rete4

Condividi

La nuova Rai 3 – in parte ‘desinistrizzata’ – vede attaccata la propria leadership tra le tematiche ibride d’informazione anche sui social. A novembre a stravincere è ancora ‘Report’, con il Tg3 in vetta per video views. Ma La7 mette più brand in top quindici. Il fenomeno ‘Aria che tira’, la vitalità del tg di Mentana nel mese di Gaza, dei femminicidi e dei dibattiti sul ‘patriarcato’

E’ stato un novembre caldissimo e tragico di cronaca nera e femminicidi. Ma è stata vivace e incandescente anche la politica nazionale e le vicende internazionali hanno toccato momenti di tensione senza precedenti nel Medio Oriente. E così è naturale che, nel mese in cui – di regola e comunque – la forza del mezzo tv cresce più impetuosamente, anche le performance social dei brand televisivi dedicati all’informazione siano salite ai loro livelli massimi stagionali.
La classifica dei Top 15 programmi di informazione elaborata per Primaonline da Sensemakers, registra notevoli incrementi sia tra i programmi di approfondimento e inchiesta, sia tra i Tg.

‘Report’ versus Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia

A dominare la classifica è ‘Report’, dall’alto del bilancio di 1,5 milioni di interazioni e con 4,7 milioni di video views. I servizi su Gasparri, Salvini e La Russa sono stati trainanti, ma è vero pure che a dicembre Ranucci ha messo nel mirino anche il Pd.
Ma dopo un settembre freddo ed un ottobre di riaccensione, a novembre il fenomeno vero è che nella top cinque si trovino, oltre ad un altro titolo della terza rete (il Tg3, quinto con 268mila interazioni ma ben 11,5 milioni di video views), tre trasmissioni de La7. E cioè ‘Propaganda Live’ secondo (724mila interazioni, 2,8 milioni di video views), il TgLa7 di Enrico Mentana terzo (471mila interazioni e 6,1 milioni di video views) e – vera novità inattesa – ‘L’aria Che Tira’ al quarto posto (440mila interazioni).

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

David fa dimenticare Myrta. Su TikTok…

Il programma ora affidato a David Parenzo, quanto meno in termini di riflessi social, non fa quindi minimamente rimpiangere la versione di Myrta Merlino, ora trasferitasi a condurre Pomeriggio 5 sull’ammiraglia Mediaset.
Parenzo, scala di ben 7 posizioni la classifica, con un effetto moltiplicatore per cinque 5 delle interazioni e passando da appena 2 a oltre 5,1 milioni in termini di video views rispetto al mese precedente.
A trainare le visualizzazioni è quasi totalmente TikTok, che pesa per il 90% del volume complessivo. Il video che ha totalizzato maggior views è un contenuto dedicato alle parole di Umberto Galimberti sul tema del femminicidio e dell’educazione sentimentale.

Oltre a Zoro, Mentana e Parenzo, anche Gramellini e Formigli

Ma i miracoli de La7 non si fermano alla top cinque. A novembre e dicembre l’emittente è molto cresciuta per ascolti, approfittando del declino di alcune trasmissioni della terza rete e grazie all’acquisto di nuovi brand vincenti. Lo stesso tipo di dinamiche si è verificato anche sul web.

‘In altre parole’ condotto da Massimo Gramellini, è anch’esso coinvolto in una rimonta di 7 posizioni in classifica e si colloca all’ottavo posto. La crescita maggiore è registrata sulle interazioni (da 49k a oltre 165k). Il programma deve la sua performance ad una crescita sostanziale del volume di pubblicazioni (+22%) che coinvolge soprattutto Instagram.
‘Piazzapulita’, altro titolo de La7, si colloca invece in dodicesima posizione, appena dietro il rivale classico di Rete4 in tv al giovedì, ‘Dritto e Rovescio’.
A proposito di Rete4, l’emittente berlusconiana di taglio informativo riesce a posizionare pure ‘Fuori dal coro’ al settimo posto, ‘Stasera Italia’ al decimo e ‘Quarta Repubblica’ al quattordicesimo, raggiungendo Rai3 per numero di presenze.

Rai3 vs Rete 4 quattro pari. Mentana super senza maratone

In tema reti, se è vero che l’emittente di Urbano Cairo posiziona in top quindici cinque titoli, è pure da considerare che Rai3 – prima largamente vincente in questa graduatoria e tutt’ora in grado ‘muovere’ video views, specie con Ranucci e il Tg3, molto maggiori degli altri – ne piazza comunque quattro, pareggiando con la rete berlusconiana. Lo fa con il malinconico quindicesimo posto della novità ‘Avanti Popolo’, metafora perfetta della fase delicata attraversata anche sui social dalle proposte di questo genere della terza rete.
Quest’ultimo, talk show politico, in onda in prima serata su Rai 3 dal 10 ottobre scorso, e condotto da Nunzia De Girolamo, deve il suo primo ingresso in classifica ad una crescita del +204% nel volume d’interazione rispetto al mese precedente. A performare meglio, un reel sulle parole della psicoterapeuta, Stefania Andreoli, contestualizzate all’interno della vicenda del femminicidio di Giulia Cecchettin.

I numeri dei Tg

Ultimo approfondimento possibile quello sulle performance dei Tg. In termini di interazioni la graduatoria vede nei primi quindici, nell’ordine, TgLa7, Tg3, Tg1, Tg2.
In termini di video views la classifica dice 11,5 milioni il Tg3, 6,1 milioni il TgLa7, 4,7 milioni il Tg2, 2,3 milioni il Tg1.

Best performing post. Prevale la sensibilità di centro sinistra

All’interno della classifica dei Best Performing post – che registra le cinque migliori prestazioni su tre piattaforme, e cioè Facebook, Instagram e X – in attesa che anche l’informazione passi per TikTok, a novembre è Instagram che muove i numeri più consistenti.
Sul secondo dei social di Meta, in particolare, è ormai consolidata la frequenza e miglior performance dei reel che appare come tipologia di formato predominante in questa piattaforma anche per i programmi d’informazione.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

All’interno del ranking dei post più performanti, anche nel mese di novembre, ‘Report’ è primo sulle tre piattaforme social con contenuti diversi (Facebook, Instagram e X), ma come detto è ancora Instagram a generare più interazioni.

Costretta come spesso gli capita a ‘resistere’ alla politica, su Fb la redazione di Ranucci posta un contenuto di autodifesa e promozione (504 mila interazioni circa), e quindi ringrazia la community su Instagram (oltre 780mila interazioni). Su X, infine ‘posta’ sulla passeggiata della legalità e della libertà di stampa (239mila interazioni).
A simboleggiare la ‘resistenza’ made in La7, invece, secondo su Instagram, si presta bene lo spezzone di ‘Propaganda Live’ con Paola Cortellesi e Daniele Silvestri a cantare ‘A bocca chiusa’ (249mila interazioni). Posizioni più di centro destra emergono, infine, nel quarto e quinto posto di contenuti targati, nell’ordine, ‘Fuori dal coro’ e ‘Dritto e Rovescio’ su X.

NOTA-METODOLOGICA_Classifica_Programmi-dinfo