Top squadre di calcio social: la Juve batte le milanesi. Nazionale sottotono

Condividi

Juventus leader sul web. Nella graduatoria di novembre la vetta rimane identica al mese precendete. Calano le prestazioni complessive dei club, a causa della pausa per le qualificazioni agli Europei di Germania. Ma neanche la
nazionale di Spalletti fa il botto sulle principali piattaforme

Juve sempre prima, ma in calo su tutti gli indicatori social. Milan di nuovo secondo, anche lui in flessione per ogni tipo di performance. Inter terza, stabile per engagement ma in progresso per video views.
La maggior parte delle squadre italiane di calcio attive sui social ha viaggiato stranamente in segno meno rispetto ad ottobre. E’ questo il quadro complessivo descritto dalla apposita classifica di novembre stilata per Primaonline.it da Sensemakers.

I nerazzurri, al comando in Serie A, non rimontano la Juve sul web

Il racconto del mese scorso, in termini di prestazioni agonistiche, dice che i bianconeri sono rimasti attaccati con le unghie e con i denti ai nerazzurri, in vetta alla classifica e nello scontro diretto di fine mese. Momento chiave di questa fase del campionato è stato infatti il confronto tra la squadra di Max Allegri e quella di Simone Inzaghi giocato domenica 26, terminato 1 a 1, che fin qui rimane pure il match più visto nella stagione con 2,1 milioni di spettatori su Dazn.

Novembre è stato anche il mese in cui è entrato in crisi il Milan di Stefano Pioli, che ha cominciato perdendo in casa con l’Udinese, proseguito pareggiando a Lecce dopo la pausa delle Nazionali, concludendolo con però la vittoria casalinga con la Fiorentina.
Un novembre malinconico anche in Europa, con un bilancio magro in Champions League: vittoria con il Psg, ma poi sconfitta in casa con il Borussia Dortmund.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

E non hanno brillato troppo neanche le romane, che in campionato hanno avuto un andamento alterno, facendo però un po’ meglio nelle coppe europee, specie la Lazio.
Il Napoli? Drammaticamente sotto le prestazioni dello scorso anno, i partenopei del presidente Aurelio De Laurentis hanno defenestrato l’allenatore Rudi Garcia sostituendolo con Walter Mazzarri a metà del mese, durante la pausa per le partite degli Azzurri.

Il podio

Il podio di novembre, comunque, dice Juve prima a 33milioni di interazioni e 157milioni di video views. Milan secondo a 25,3 milioni di interazioni e 77 milioni di video views. I cugini nerazzurri si sono un po’ avvicinati, a quota 24,4 milioni di interazioni sulle cinque principali piattaforme e 47 milioni di video views. A novembre, per i nerazzurri, il primo contenuto per visualizzazioni è un video Facebook che annuncia la collaborazione con Qatar Airways come Official Global Airlines partner della squadra che totalizza quasi 8 milioni di video views. Seguono contenuti TikTok che di fatto resta per l’Inter il canale d’eccellenza per le video views.

A novembre la Lega Serie A ha eletto come player del mese Paulo Dybala della Roma, che però continua ad essere afflitto da una serie continuativa di infortuni muscolari.
Al top tra gli allenatori è stato nominato Massimiliano Allegri della Juventus, che sta tenendo a dritta la barra della imbarcazione juventina nonostante una rosa ridotta ai minimi termini da una serie di accadimenti imprevedibili, dal caso di Paul Pogba, sparito ovviamente dai social bianconeri, e quindi da quello di Nicolò Fagioli. La sua linea fisiologicamente sparagnina, alla fine si adatta ai tempi un po’ più
grami.
Il gol del mese, infine, secondo la Lega Calcio, è quello che calciando da lontanissimo Federico Di Marco ha segnato da 56 metri al Frosinone.
Vero è pure – spiegazione plausibile del calo, quella che dopo il lungo ponte dei morti nel mese c’è stata pure l’interruzione per le due partite della Nazionale di Luciano Spalletti.

Gli Azzurri hanno vinto contro la Macedonia del Nord ilì 17 novembre e poi si sono assicurati la qualificazione ai prossimi Europei di calcio in Germania pareggiando zero a zero con l’Ucraina a Leverkusen giocando una partita senza infamia e senza lode.

Le prime dieci superano quota un milione, Roma, Napoli, Nazionale nella top six

Dietro le prime tre in graduatoria le cose sono cambiate poco: la Roma di Josè Mourinho, Paulo Dybala e Romelu Lukaku è rimasta quarta (14 milioni di interazioni e 30 milioni di video views). Il Napoli in crisi non si è scollato dal quinto posto (8,4 milioni di interazioni e 22 milioni di video views), precedendo la Nazionale, che non ha entusiasmato neanche per le performance sulle piattaforme: 5,8 milioni di interazioni e solo 2,1 milioni di video views.
La prima ‘provinciale’ in graduatoria – non si arrabbino nel capoluogo della Sardegna – è il Cagliari (1,1 milioni di interazioni) di Claudio Ranieri, che riesce a fare meglio leggerissimamente meglio dell’Atalanta, ma arrivando dietro Lazio (settima) e Fiorentina (ottava).

Nella parte bassa della classifica, oltre alla rimonta del Cagliari (salito di due posizioni), da segnalare la contrazione delle performance del Bologna che scala di 3 posizioni a causa di un dimezzamento dei volumi di engagement (-58%). Questa contrazione la si giustifica in parte con un parallelo calo nel volume di pubblicazioni che passano da quasi 800 contenuti pubblicati nel mese di ottobre a meno di 500 a novembre.
Il monitoring di Sensemakers non registra nuovi ingressi nel ranking, con tutte le squadre del mese di ottobre che confermano la loro presenza nella Top15 a novembre, comprese Sampdoria e Salernitana che, pur mantenendo quattordicesima e quindicesima posizione, crescono nei volumi di video views del
circa +112%.

Best performing post: Milik, Lautaro, Di Marco e Leao in primo piano

I tre migliori post dei tre club leader? La Juventus va al massimo su TikTok con Milik e Chiesa (‘Someone ordered a pizza during a Jeep shooting’). Gli altri due contenuti invece sono postati su Instagram. In tutti e tre i casi si tratta di video.
Il Milan, diversamente dal mese scorso, performa meglio su Instagram nei primi due contenuti, dove la partita casalinga con il PSG trova grande eco e Rafa Leao è protagonista del contenuto capace di superare quota un milione battendo le migliori prestazioni dei post di Juve e Inter.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT


I nerazzurri, infine, danno il massimo con un post dedicato a Lautaro Martinez e altri due alla prodezza balistica di Di Marco contro il Frosinone.

Paid partnership: il Milan batte la Juve e il Napoli

La classifica squadre di calcio italiane per Paid Partnership Post anche a novembre vede al primo posto il Milan sia per le operazioni condotte su Facebook che su quelle condotte su Instagram.

IN CASO DI RIPRESA SI PREGA DI CITARE E LINKARE PRIMAONLINE.IT

La Juve è seconda ed il Napoli è terzo sia su FB che su Instagram. Nel Ranking si osservano delle contrazioni generalizzate tanto tra gli sponsor quanto tra i contenuti sponsorizzati. Il ponte di apertura mese e la pausa a metà per i match della Nazionale hanno certamente inciso sulla flessione delle attività di marketing legate al calcio della Serie A, che rimangono comunque le più frequenti.
Come nuovi ingressi nella classifica si registrano quello del Frosinone su Facebook in partnership con Master Clean Multiservizi e, su Instagram, il Napoli al posto della Lazio con Pro Evolution Soccer, da sempre uno dei top sponsor del settore calcistico.