Bill Gates guarda al 2024: anno di svolta. AI protagonista

Condividi

Il fondatore di Microsoft ottimista sul futuro della nuova tecnologia e sul suo uso generalizzato

Il 2024 sarà un “punto si svolta” e l’intelligenza artificiale ne sarà protagonista. A scriverlo Bill Gates nella sua abituale lettera di fine anno.

“Il lavoro che sarà fatto nel prossimo anno getterà le basi per un massiccio boom tecnologico più avanti nel decennio”, ha spiegato il fondatore di Microsoft, secondo cui gli Stati Uniti sono a 18-24 mesi dall’adozione generalizzata dell’IA.
“Se non avete ancora capito come usare al meglio l’intelligenza artificiale, non siete soli”, ha aggiunto nella lettera, sintetizzata da Ansa, precisando di essere concentrato su come l’AI può offrire a “ogni bambino la chance di sopravvivere e prosperare”.

Affrontare i rischi

Gates si dice ottimista sulla nuova tecnologia. “Penso che ci sia un elevato potenziale nell’uso dell’IA per migliorare le vite nei paesi a basso e medio reddito”. Ma per massimizzare i benefici è necessario affrontare alcuni dei maggiori rischi associati all’intelligenza artificiale: “sono ottimista sul fatto che, nel tempo, ai modelli di AI potrà essere insegnato come distinguere i fatti dalla finzione. Dobbiamo inoltre assicurarci che i prodotti di AI siano adattati alle persone che li useranno”.