Mediaset: “2023 da record”

Condividi

Sugli ascolti dell’anno appena passato in giudicato – dal primo gennaio al 26 dicembre – una nota proveniente da Cologno Monzese sottolinea il vantaggio storico delle reti del Biscione sul servizio pubblico, un risultato raggiunto “pur non essendo tra gli obiettivi”. Il bilancio dice pure che sono cresciuti i numeri assoluti del gruppo, se si considera la total audience raggiunta tra nuovi device e smart tv connesse.

E’ stato un anno record per gli ascolti Mediaset. Che con una nota racconta come, nell’arco del 2023, “pur non essendo tra i propri obiettivi d’ascolto”, il gruppo di cui è ad Piersilvino Berlusconi abbia sorpassato stabilmente il competitor pubblico “considerando l’anno pieno e tutti gli eventi”.

Il documento registra come nelle 24 ore le reti Mediaset abbiano raggiunto il 37,7% di ascolto medio, con la Rai al 37%. Ma vale pure la pena registrare che in casa Rai – su questo tema – ritengono più appropriato un confronto ristretto ai risultati delle tre principali generaliste di ogni gruppo. Più in generale va ricordato che ogni broadcaster, in questo contesto di stime e bilanci, tende ad utilizzare gli indicatori che ne valorizzano meglio le performance.

Più share ma anche più ascolti per Cologno

In termini di share, comunque, dal 2020 in avanti sul pubblico totale Mediaset è sempre cresciuta di anno in anno, dal 34,6% di inizio quadriennio al 37,7% del 2023. Si sottolinea inoltre come anche l’ascolto in valori assoluti sia cresciuto, in controtendenza rispetto al totale ascolto, grazie all’apporto dei risultati sulle tv connesse e device digitali. In particolare, nel 2023 gli ascolti digital (TV connesse, Pc, device mobili) sono raddoppiati, raggiungendo quasi 4,4 miliardi di video visti, con il +40.6% di tempo dedicato alla visualizzazione di contenuti Mediaset. Ma torniamo allo share e, stavolta, al target commerciale 15-64 anni.

Nel totale giornata, negli ultimi quattro anni Mediaset è passata dal 37,7% al 40,7% raggiungendo un vantaggio che sfiora i 10 punti sulla Rai. Nel 2023, in particolare, sul cosiddetto target commerciale Canale5 (18.3%) prevale su Rai1 (14.1%), con Italia (8,2%) in chiaro vantaggio su Rai2 (4.6%), mentre Rete4 (4,0%) precede La7 (3.4%).