Mieli e Gianani lasciano Fremantle per fondare una nuova società

Condividi

“Ma continueremo a collaborare insieme ” dicono al gruppo di cui è a capo Andrea Scrosati

Come anticipato sul numero in edicola di Prima comunicazione, Lorenzo Mieli e Mario Gianani sono in uscita da Fremantle per dar vita a una nuova società di produzione di cui ancora non si conosce il nome e che potrebbe avere l’apporto di fondi internazionali.

Già da qualche mese nell’ambiente dell’audiovisivo circolava l’indiscrezione che i due produttori, amministratori delegati rispettivamente di The Apartment e di Wildside, che rappresentano le società di punta – quelle con i progetti più creativi e sofisticati – del gruppo internazionale in Italia stessero valutando cosa fare del loro futuro. Due produttori di grande talento che hanno firmato in questi anni film e serie con i migliori registi e autori riconosciuti internazionalmente come ‘L’amica geniale’, ‘The Young pope’ , ‘We are who we are’ , ‘M. Il figlio del secolo’ dal libro dii Antonio Scurati su Mussolini che sta girando negli studi di Cinecittà Joe Wright , il regista inglese de ‘L’ora più buia’.

E’ da una vita che Lorenzo Mieli e Mario Gianani intrecciano le strade professionali. Sono due produttori con visioni affini che più volte hanno incrociato progetti e operazioni manageriali. All’inizio Mieli era il produttore di Wilder fondata nel 2001, e Gianani era a capo di Offside, fondata con Saverio Costanzo, e già allora collaboravano scambiandosi progetti e gruppi autoriali tanto che nel 2009 insieme hanno dato vita a Wildside. Quando Mieli nel 2010 entra in Fremantle cedendo Wilder e diventa ad di FremantleMedia – allora punta italiana del gruppo internazionale che fa capo a Rtl e a Bertelsmann — anche Gianani poco dopo cederà una quota e successivamente tutta Wildside di cui Mieli era socio. Mieli che nel 2020 fonda The Apartment, per fare progetti di scala globale,

A Fremantle fonti ufficiose raccontano che “Mieli e Gianani sono usciti dal gruppo ma troveremo nuovi modi di collaborare insieme”. Come? Si vedrà, ma certo è che Mieli e Gianani sono capofila di tanti progetti cinematografici e televisivi di Fremantle in produzione o in progettazione. Quindi trovare forme di collaborazione è nella logica delle cose. In ogni caso a Fremantle Italia non si smonta niente perché The Apartment e Wildside restano società del gruppo internazionale di cui Andrea Scrosati e’ coo internazionale e ceo in Europa .

Sarà interessante vedere quali saranno i collaboratori che seguiranno i due produttori nella nuova avventura, si può scommettere che sarà della partita Gabriele Immirzi, fidato braccio destro di Mieli dai tempi di Wilder recentemente approdato a The Apartment dopo aver guidato Fremantle, mentre si sta ridisegnando il ponte di comando delle due società.