Google riorganizza X Lab: fornitori esterni e personale dimezzato

Condividi

Dopo l’annuncio di nuovi tagli, primi interventi sul ramo innovativo di Big g

Iniziano a delinearsi i tagli al personale annunciati recentemente da Alphabet, la casa madre di Google.
Il colosso avrebbe iniziato a riorganizzare il suo X Lab, il laboratorio di tecnologia pionieristica in cui sono stati sviluppati progetti come le auto a guida autonoma, i droni per le consegne, i palloni aerostatici per la diffusione di internet.

Dimezzato X Lab

Secondo Bloomberg, sono diverse dozzine i dipendenti interessati, con Alphabet che si rivolgerà maggiormente a fornitori esterni per le sue iniziative più imminenti.
“Stiamo ampliando il nostro approccio per consentire di realizzare iniziative con società indipendenti, finanziate tramite capitale basato sul mercato”, ha spiegato in una mail Astro Teller, a capo di X Lab.
“Lo faremo aprendoci ad una base più ampia di partner industriali e continuando a dare importanza a team snelli ed efficienti”.

X Lab negli ultimi anni è stato sottoposto a molte pressioni per dimostrare di poter trasformare le sue scommesse in attività redditizie.
Stando ai numeri citati dall’agenzia americana, il laboratorio costa ad Alphabet, insieme alle altre realtà della divisione ‘Other bets’ (“altre scommesse”), circa un miliardo di dollari ogni trimestre.

Gli altri tagli

Questo mese, Google ha tagliato centinaia di posti di lavoro, inclusi quelli relativi allo sviluppo hardware e ingegneria, con ulteriori interventi in arrivo anche a causa dell’aumento nell’adozione dell’intelligenza artificiale.
Ruth Porat, chief financial officer di Alphabet, assumerà il ruolo di presidente e chief investment officer, con la supervisione di una nuova divisione che includerà anche ciò che resta di X Lab.