Satya Nadella (Foto Ansa)

Microsoft taglia 1.900 posti di lavoro nella divisione videogiochi

Condividi

Continuano le notizie di licenziamenti tra le big tech. Microsoft ha annunciato il taglio di 1.900 posti di lavoro. La nuova ondata riguarda la divisione videogames, riducendone dell’8% il personale, e coinvolge, scrive The Verge, XBox e Activision Blizzard.

La decisione arriva a meno di tre mesi dal completamento dell’operazione da 69 miliardi di dollari che ha portato Activision Blizzard sotto il controllo di RedMond.
Un passaggio che ha portato alla riduzione della divisione.