Google ribattezza il chatbot Bard in Gemini e lancia un abbonamento per l’AI

Condividi

Cambia nome Bard, il software di intelligenza artificiale di Google. Il chatbot, rivale di ChatGpt, disponibile in 20 lingue e 230 paesi, Italia compresa, si chiamerà semplicemente Gemini, come la famiglia di strumenti di IA lanciati dal colosso di Mountain View lo scorso dicembre.

“Gemini si sta evolvendo per essere molto più che un semplice modello, supportando un intero ecosistema”, ha spiegato il ceo di Alphabet, Sundar Pichai con un post ufficiale.

App e abbonamento

La società ha lanciato anche due novità: una nuova applicazione Gemini per Android e iOS (al momento non disponibile il Italia) e Gemini Advanced, una nuova esperienza che consente di accedere a Ultra 1.0, che Google descrive come “il nostro modello di intelligenza artificiale più grande e all’avanguardia”. Quest’ultimo è disponibile in più di 150 Paesi, inclusa l’Italia, in lingua inglese, e col tempo verrà estesa ad altre lingue. Sarà disponibile attraverso il nuovo piano Google One AI Premium.
In Italia il piano sarà disponibile a 21,99 euro al mese e include 2TB, con due mesi di prova senza costi. Chi lo sottoscrive potrà usare Gemini in Gmail, Documenti, Fogli, Presentazioni e Meet.