Il Touring Club crea una direzione editoriale. A Di Brizzi la guida

Condividi

Per creare una piattaforma integrata, coordinando i contenuti su carta e web

Nuovo assetto organizzativo per il Touring Club Italiano, che, dal primo febbraio ha creato una direzione editoriale, affidandone la guida a Ottavio Di Brizzi.
A riporto diretto del direttore generale Giulio Lattanzi, la neonata direzione editoriale coordinerà Editoria libraria e cartografica, Rivista, Archivio Storico, Sito, App e presenza sui Social.
L’obiettivo, spiega il Touring, è costruire una piattaforma integrata, su carta e digitale, di produzione dei contenuti, allargando la gamma di prodotti e servizi per i soci, e attirando nuovi pubblici interessati a temi come viaggio, sostenibilità ambientale, mobilità dolce, oltre alla valorizzazione del patrimonio italiano.

Integrazione, rigenerazione e community

Di Brizzi ha una lunga esperienza in editoria, che spazia da Fabbri, Corriere della Sera, Bur, Rizzoli, e da ultimo Marsilio, dove per oltre 7 anni ha ricoperto il ruolo di responsabile editoriale per la saggistica. All’attivo anche attività di docenza universitaria.

Dal suo punto di vista, la creazione della direzione editoriale fa parte di un percorso “di integrazione e rigenerazione” di un marchio che può contare su una “community molto fedele”, in un settore come quello del viaggio consapevole, in continua espansione.
“Nella proposta variegata e articolata del TCI cercheremo di allargare e diversificare lo sguardo in varie direzioni, con l’intento di proporre mappe stimolanti, inattese, si spera sovente divertenti”, ha concluso.