Carmi e Ubertis si aggiudica la gara per il branding del G7

Condividi

Con una consultazione tra le primarie agenzie di brand design la Delegazione per la presidenza italiana del G7 ha affidato a Carmi e Ubertis la strategia di branding e l’elaborazione del marchio con tutto il sistema di identità visiva del G7.

L’elemento principale caratterizzante il marchio, è un ulivo secolare, tra gli alberi più diffusi e identificativi del paesaggio italiano e mediterraneo.

L’ulivo viene raffigurato nelle sue caratteristiche principali: le radici solide che emergono dal terreno, il tronco nodoso, le fronde rigogliose e le olive. L’albero è presente anche nell’emblema della Repubblica italiana, incarna l’identità nazionale e la sua proiezione verso il futuro. Il segno grafico azzurro richiama il Mar Mediterraneo, il Mare Nostrum, dove l’Italia ricopre storicamente e culturalmente una posizione privilegiata e che collega i due grandi spazi marittimi del mondo, l’Atlantico da una parte e l’Indo-Pacifico dall’altro. Tra le fronde dell’ulivo sono raffigurate sette olive, che rappresentano le sette nazioni che si riuniranno e che quotidianamente cooperano per affrontare le sfide globali, presenti e future.

Il sistema di identità visiva verrà utilizzato in tutti i documenti e strumenti di comunicazione on e off line durante le riunioni ministeriali del G7 incluso il Vertice di Puglia.

Inoltre a raccontare il processo creativo che ha portato alla realizzazione del marchio, è on line un video creato ad hoc dall’agenzia.