Eric Adams (Foto Ansa)

New York fa causa ai social: hanno danneggiato i giovani consapevolmente

Condividi

La causa anticipata a fine gennaio

La città di New York ha fatto causa ai social per danni alla salute mentale di bambini e ragazzi. Secondo la causa Meta, Snap, ByteDance e Google hanno consapevolmente costruito e commercializzato le loro piattaforme per “attrarre, catturare e creare dipendenza nei giovani”.

L’iniziativa richiama il procedimento intentato nel 2022 in California. Oltre alla città di New York, tra i querelanti ci sono anche il distretto scolastico e le istituzioni sanitarie, secondo le quali le società proprietarie hanno “consapevolmente progettato, sviluppato, prodotto, gestito, promosso, distribuito e commercializzato le loro piattaforme per attrarre e creare dipendenza, con una supervisione minima da parte dei genitori”.

Il sindaco Adams: flusso continuo di contenuti dannosi

Il sindaco di New York, Eric Adams, aveva anticipato la causa a fine gennaio. “Negli ultimi dieci anni abbiamo visto quanto il mondo online possa esporre i nostri figli a un flusso continuo di contenuti dannosi e alimentare la crisi nazionale della salute mentale dei giovani”, ha affermato il primo cittadino in una nota.