L’Ue indaga su TikTok: sospette violazioni su tutela dei minori

Condividi

Il social: introdotte funzioni e impostazioni per proteggere i più giovani

La Commissione Europea ha avviato un procedimento formale per valutare se TikTok possa aver violato il Digital Services Act (Dsa) in ambiti legati alla tutela dei minori, alla trasparenza della pubblicità, all’accesso ai dati per i ricercatori, nonché alla gestione del rischio di design che creano dipendenza e contenuti dannosi, ha quindi annunciato in una nota l’esecutivo comunitario.

“Oggi apriamo un’indagine su TikTok per sospetta violazione della trasparenza e degli obblighi di tutela dei minori”, ha scritto su X il commissario europeo al mercato interno Thierry Breton.
“Applicare la Dsa per un Internet più sicuro per i giovani”, ha spiegato riferendosi alla legge europea sui servii digitali. “Design avvincente e limiti di tempo sullo schermo”, ha elencato. “Effetto tana del coniglio. Verifica dell’età. Impostazioni sulla privacy predefinite”.

L’indagine

In base all’indagine preliminare condotta finora, anche sulla base dell’analisi del rapporto di valutazione dei rischi inviato da TikTok nel settembre 2023, nonché delle risposte di TikTok alle richieste formali di informazioni della Commissione (su contenuti illegali, tutela dei minori e accesso ai dati ), la Commissione ha quindi deciso di avviare un procedimento formale ai sensi della Dsa.
I lavori si concentreranno sul rispetto degli obblighi relativi alla valutazione e mitigazione dei rischi sistemici, in termini di effetti negativi effettivi o prevedibili derivanti dalla progettazione del sistema TikTok, compresi i sistemi algoritmici, che potrebbero stimolare dipendenze comportamentali (l’esecutivo parla di “effetti tana del coniglio”, come ha anticipato Breton).

Tale valutazione è necessaria per contrastare i rischi potenziali per l’esercizio del diritto fondamentale al benessere fisico e mentale della persona, al rispetto dei diritti del minore, nonché il suo impatto sui processi di radicalizzazione. Verranno poi valutate le misure di mitigazione messe in atto, in particolare gli strumenti di verifica dell’età utilizzati da TikTok per impedire l’accesso dei minori a contenuti inappropriati. Sarà valutato poi il rispetto degli obblighi della legge sui servizi digitali di mettere in atto misure adeguate e proporzionate per garantire un elevato livello di privacy, sicurezza e protezione per i minori. Faro Ue anche sul rispetto degli obblighi di fornire un archivio consultabile e affidabile per gli annunci pubblicitari presentati su TikTok e sulle misure adottate da TikTok per aumentare la trasparenza della sua piattaforma. L’indagine riguarda presunte carenze nel fornire ai ricercatori l’accesso ai dati accessibili al pubblico di TikTok.

TikTok: introdotte funzioni innovative

“TikTok ha introdotto funzioni e impostazioni innovative per proteggere gli adolescenti e impedire ai minori di 13 anni di accedere alla piattaforma, una questione di cui si sta occupando l’intero settore”, ha affermato un portavoce di TikTok dopo la comunicazione della Commissione europea sull’indagine in merito alla legge sui servizi digitali, la Dsa. “Continueremo a collaborare con esperti e player del settore per garantire la sicurezza dei giovani su TikTok e siamo lieti di avere ora l’opportunità di spiegare in dettaglio questo lavoro alla Commissione”.