Sergio (Rai) scrive a Baudo e Arbore: siete due autentici giganti

Condividi

Lettera su Facebook ai due senatori dell’intrattenimento del servizio pubblico, stasera nello show ‘La tv fa 70’ “il dovuto tributo da parte della Rai”

L’ad della Rai, Roberto Sergio, rende omaggio pubblicamente, con una lettera pubblicata sul suo profilo Facebook, ai due senatori dell’intrattenimento del servizio pubblico, Pippo Baudo e Renzo Arbore, a poche ore dalla messa onda dello show celebrativo del compleanno della tv ‘La TV fa 70’, in cui saranno protagonisti.

“Carissimi Pippo e Renzo – scrive Sergio – con profonda gratitudine, desidero esprimerVi la mia più sentita ammirazione per la Vostra lunga e illustre carriera nel mondo della televisione italiana. Siete due autentici giganti che hanno lasciato un’impronta indelebile nella storia dell’intrattenimento televisivo, portando gioia, divertimento e cultura a milioni di spettatori per decenni”.

“Pippo, con la Tua eleganza, professionalità e carisma – afferma l’ad Rai – hai incantato generazioni di telespettatori con la Tua presenza impeccabile sul palco di programmi iconici che rimarranno indelebili nella memoria collettiva”.

“Renzo, con la Tua genialità, creatività e capacità di sperimentare nuove forme di intrattenimento – aggiunge – hai rivoluzionato il concetto stesso di programma televisivo, regalandoci momenti unici e indimenticabili”.

“Il Vostro impegno, la Vostra passione e il Vostro talento – sottolinea Sergio – hanno ispirato non solo i Vostri colleghi, ma anche il pubblico che ha avuto il privilegio di assistere alle Vostre performance straordinarie”.

“Grazie per aver arricchito le nostre vite con la Vostra arte e per aver reso la televisione italiana un luogo di incontro, emozione e spettacolo. Il Vostro contributo resterà per sempre nel cuore di coloro che Vi hanno ammirato e amato. E questa sera nel programma ‘La TV fa 70’ ed in tutti gli eventi Rai 70/100 di questo straordinario 2024 avrete il dovuto tributo da parte della Rai RadioTelevisioneItaliana. Con sincera amicizia. Vostro Roberto Sergio”, conclude l’ad.