Alessandra Todde (foto LaPresse)

 Alessandra Todde, una donna sarda una donna nuova

Condividi

Breve ritratto di Alessandra Todde, la nuova presidente della Sardegna, firmato da Mario Abis, origini sarde, che la conosce bene.

Una donna antica e nuova … Alessandra Todde è’ profondamente sarda , anzi profondamente nuorese: lo dice e lo si sente. Il modo di guardare, limpido e diretto , duro e dolce, il sorriso sempre accennato, ironico e inclusivo : sarda. E questa “sardita” è’ una parte fondamentale del suo stesso essere politico e probabilmente della sua vittoria: una sarda “sentita” dei sardi. Ma la Todde è’ anche tutt’altro . Studi scientifici e doppia laurea in ingegneria e informatica a Pisa e poi un lunga esperienza manageriale e imprenditoriale “fuori” Stati Uniti e Europa , in aziende di tecnologia e energia, funzioni di comando e poi l’entrata in politica, con i Cinquestelle, sottosegretaria all’economia nel governo Conte 2 e viceministro all’economia con il governo Draghi. Quindi internazionalità, lingue, cultura scientifica. Con tutto questo Alessandra Todde rientra in Sardegna e diventa Presidente. Porta nella sua identità antica una modernità pratica . E con questo il vero possibile potere delle donne: misto di antico e futuro, di radici e cultura scientifica .