A Firenze convegno Voices

Firenze, prima edizione di “Voices”, il Festival europeo del giornalismo e dell’alfabetizzazione mediatica

Condividi

L’appuntamento è alla Stazione Leopolda dal 14 al 16 marzo 2024. La serata di apertura sarà interamente dedicata alla libertà di stampa in Italia

La prima edizione di Voices, il Festival europeo del giornalismo e dell’alfabetizzazione mediatica, si terrà a Firenze, alla Stazione Leopolda, dal 14 al 16 marzo 2024. Voices sarà un punto d’incontro tra giornalisti, professionisti dei media, ricercatori e cittadini di tutte le età, con l’obiettivo di celebrare il ruolo fondamentale del giornalismo e l’importanza di un approccio critico all’informazione. 

La serata di apertura del 14 marzo sarà interamente dedicata alla libertà di stampa in Italia e vedrà la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Federazione nazionale della Stampa italiana Vittorio di Trapani in un dibattito moderato da Sigfrido Ranucci (RAI). 

Le giornate successive, il 15 e 16 marzo, saranno ricche di attività e opportunità di apprendimento, con eventi sia in italiano che in inglese. Dibattiti, workshop rivolti ai professionisti dei media e agli insegnanti, proiezioni di film e mostre contribuiranno a stimolare la riflessione su temi chiave, tra cui le sfide che il mondo del giornalismo deve affrontare oggi, l’impatto dell’intelligenza artificiale sui media, la disinformazione, le elezioni europee e la cittadinanza attiva.

In particolare, le condizioni di lavoro sempre più critiche per i giornalisti saranno al centro del dibattito “Siamo esseri umani, ascoltate le nostre storie” (con traduzione in italiano), che includerà anche il racconto personale di Matthew Caruana Galizia, attivista per la libertà di stampa dopo l’omicidio di sua madre Daphne nel 2017, assassinata per le sue indagini sulla corruzione del governo maltese.

Tra gli altri partecipanti di rilievo ci saranno Mark Marginedas, giornalista spagnolo rapito dall’ISIS nel 2013, Maura Gancitano, saggista e commentatrice italiana attiva nella divulgazione, Elizabeth Milovidov, esperta della sicurezza digitale dei bambini, e la giornalista tedesca Georgine Kellerman, impegnata nella lotta all’hate speech.

La serata di venerdì prevede la proiezione di “Io Capitano” (2023), un film di Matteo Garrone che racconta il viaggio di due giovani senegalesi verso l’Europa. La proiezione sarà seguita da un dibattito sull’importanza di un’informazione responsabile e corretta sulle migrazioni.

L’accesso a Voices è gratuito ed è possibile effettuare la pre-registrazione. Ulteriori dettagli sul programma sono disponibili sul sito ufficiale del Festival. Voices è il risultato di una collaborazione tra sette partner europei, guidata dal Centro per il pluralismo dei media e la libertà dei media dell’Istituto universitario europeo. È un progetto co-finanziato dall’Unione Europea.