Gara media di Sky, l’Italia è inclusa

Condividi

Per le centrali di Wpp e GroupM, e in Italia per Wavemaker, confronto con i principali gruppi del mercato della consulenza.

Sky – attore europeo e britannico della pay tv (e non solo) – ha avviato una consultazione media. Il pitch riguardante il budget di pianificazione e le strategia media chiama in causa tutti i Paesi in cui il gruppo controllato dall’americana Comcast è presente. E cioè regno Unito e Irlanda, Germania, Austria e Svizzera e quindi l’Italia.

Alessandro Del Piero

In quasi tutti questi paesi Sky non è solo un  operatore di pay tv, ma è attivo anche nel fronte delle telecomunicazioni e per certi versi, con Sky Glass, anche in quello dell’elettronica di consumo.

Max Pezzali ed il suo alter ego per Sky Glass

Le campagne così sempre più spesso riguardano, specie sui media diversi da quelli detenuti, le attività ‘surrogate’. Nel nostro Paese, ad esempio, è appena partito il lancio di Sky Mobile, con Alessandro Del Piero protagonista.

Elodie

Sky Fibra, altro potente motore degli investimenti in comunicazione del gruppo, ha in Elodie il volto chiave. In Uk e nei Paesi di lingua tedesca il budget media è attualmente gestito da EssenceMediacom, terza sigla di GroupM (Sky).

Luca Vergani

In Italia a gestire da molti anni il cliente è Wavemaker, guidata da Luca Vergani. Il valore delle pianificazioni – molto soggetto a stagionalità, diritti e lanci – si aggirerebbe intorno ai 60 milioni di euro. Che da qualche anno a questa parte detiene la curatela sia dell’online che dell’offline.