Costante (Fnsi): i giornalisti non commettono reati pubblicando notizie

Condividi

A proposito dell’Inchiesta di Perugia con indagati tre cronisti del Domani

“A pubblicare le notizie i giornalisti non commettono mai un reato”. Così, Alessandra Costante, segretaria generale della Fnsi, si è riferita all’inchiesta della procura di Perugia che vede fra gli indagati tre cronisti del quotidiano Domani.

“Se quelle notizie sono frutto dei reati di qualcun altro non sta ai giornalisti accertarsene. I giornalisti hanno come unico scopo della loro professione cercare e verificare i fatti e pubblicare notizie che siano veritiere”, ha puntualizzato.

“Se esiste un istituto che è il segreto professionale, ha proseguito, un motivo c’è ed è esattamene quello di non rivelare le fonti. Non vorremmo mai che l’indagine a carico dei giornalisti dovesse servire da un lato ad annichilire ancora una volta la libertà di stampa e dall’altro a provare a dare conferme che magari gli inquirenti non hanno”, ha concluso.