Classifica dei marchi auto più citati sui media: Fiat prima. BMW e Renault debuttano sul podio

Condividi

Nella classifica mensile di Volocom dei marchi di auto più citati su stampa e web a febbraio debuttano nelle prime posizioni la casa tedesca e quella francese

Per la prima volta BMW e Renault conquistano il podio della classifica automotive di febbraio redatta da Volocom, sempre dietro a Fiat che continua a occupare il primo posto con 14.473 citazioni. Renault (che sale di 4 posizioni) ottiene la medaglia d’argento con 9.135 menzioni, mentre BMW guadagna il terzo posto con 7.825 citazioni, passando dall’11esimo posto al terzo.
Ford e Toyota rimangono stabili in classifica, Lamborghini sale di cinque posizioni e Suzuki di tre. Honda ha la maggiore inflessione in classifica, perdendo addirittura 20 posizioni, da quinta a 25esima.

Ma analizziamo nel dettaglio le notizie che hanno lanciato i tre marchi in testa alla classifica di febbraio.

FIAT +12% nel 2023: crescita globale in vista della elettrificazione

Nel 2023 FIAT ha continuato a crescere, registrando un aumento del 12% nelle vendite globali e confermandosi primo marchio Stellantis. Una notizia che ha fatto il pieno di citazioni tra giornali e web italiano. Il successo è stato più evidente in Europa, Sud America, Medio Oriente e Africa. La Fiat 500e è stata la numero uno in Europa con una quota di mercato del 14,7%. In Sud America, FIAT è stata leader con oltre 542.000 unità immatricolate. In Argentina, la Fiat Cronos detiene la prima posizione nel segmento B-Sedan con una quota del 71,3%. Insomma, il futuro si prospetta promettente e la strategia di elettrificazione e sostenibilità guiderà il marchio verso un 2024 ancora più brillante.

Renault stoppa Ampere: una decisione per il futuro

I giornali e il web hanno reagito alla inaspettata decisione del Gruppo Renault di annullare la quotazione in borsa di Ampere, la società creata come player europeo di veicoli elettrici e software. L’annuncio è stato dato dal CEO Luca De Meo attraverso un comunicato stampa. Nel 2022, il Gruppo Renault aveva infatti annunciato l’intenzione di quotare Ampere in borsa nella prima metà del 2024, a seconda delle condizioni di mercato. Tuttavia, le attuali condizioni non sono state ritenute soddisfacenti per continuare il processo.

De Meo ha spiegato: “Oggi abbiamo preso una decisione pragmatica. Siamo tutti concentrati sulla realizzazione della nostra strategia e sulla costruzione di un track-record per creare valore per tutti i nostri stakeholder.” De Meo ha poi concluso: “considerando sia le attuali condizioni del mercato azionario sia la maggiore generazione di cassa, il Gruppo Renault ha deciso di annullare il processo di quotazione di Ampere.”

Renault Scenic E-Tech Electric: Auto dell’Anno 2024

Durante il Salone dell’Auto di Ginevra è stata annunciata la vittoria della Renault Scenic E-Tech Electric come Auto dell’Anno 2024. Questo prestigioso titolo è stato assegnato dopo una rigorosa selezione e votazione da parte di 58 giornalisti specializzati provenienti da 22 Paesi. Con un’autonomia eccezionale che arriva fino a 625 km, Scenic può quindi affrontare qualsiasi viaggio, dalla frenesia cittadina alle lunghe distanze. L’interno è spazioso e confortevole, rendendo Scenic ideale per famiglie.
La sua guida ecologica garantisce un’impronta ambientale contenuta senza compromettere le prestazioni.
Il CEO della Marca Renault, Fabrice Cambolive, ha dichiarato: “Questo riconoscimento dimostra che abbiamo fatto le scelte giuste. Scenic E-Tech Electric ha tutte le carte in regola per lasciare il segno sul mercato europeo dei veicoli elettrici.”

BMW Serie 4 2024: innovazioni e motori Mild Hybrid

La BMW ha dato nuova vita alle sue Serie 4 Coupé e Cabrio con un restyling di metà ciclo. Queste versioni, previste per arrivare sul mercato a marzo 2024, portano con sé significativi miglioramenti sia sotto il cofano che nell’abitacolo. Ovviamente queste novità hanno scatenato i giornali e le testate web del nostro Paese: BMW, infatti, totalizza quasi 10mila menzioni nel mese di febbraio.
Le nuove BMW Serie 4 mantengono pressoché le dimensioni del modello precedente, conferendo loro un aspetto robusto e moderno. Esternamente, i cambiamenti sono sottili ma significativi. La griglia a doppio rene verticale, iconica per la BMW, è stata mantenuta e conferisce un carattere distintivo alla Serie 4. I fari anteriori sono ora più nitidi, mentre le luci posteriori sono disponibili anche con tecnologia Laserlight, che produce attraenti grafiche luminose tridimensionali.
All’interno, la Serie 4 presenta un nuovo volante con paddle, illuminazione ambientale e bocchette di ventilazione ridisegnate. Lo schermo curvo domina la plancia.

Per quanto riguarda i motori, BMW non abbandona quelli termici, ma li integra con tecnologia Mild Hybrid 48V per ridurre le emissioni. Il motore Mild Hybrid è un tipo di motorizzazione che combina un motore benzina o diesel con una piccola batteria. Questa batteria immagazzina energia proveniente dalla frenata e dal freno motore. A differenza dei veicoli ibridi tradizionali, il Mild Hybrid non richiede una ricarica esterna. La M4 invece rimane “pura”, senza ibrido, garantendo un’esperienza di guida entusiasmante.