Marcegaglia celebra le atlete mantovane

Condividi

Apre al pubblico oggi venerdì 8 marzo, in coincidenza con la Festa della Donna, la seconda tappa della Mostra fotografica “80 Atlete Mantovane: ieri, oggi e domani”. Nella serata di mercoledì 6 marzo, a Gazoldo degli Ippoliti, presso la sede del gruppo siderurgico Marcegaglia – azienda che ospiterà la rassegna fino al prossimo 5 aprile – il taglio del nastro, alla presenza di alcune delle campionesse sportive, protagoniste degli scatti fotografici, accompagnate dalle proprie famiglie.

Alla presenza della presidente di Fondazione Marcegaglia, Carolina Toso Marcegaglia, il saluto di benvenuto di Antonio ed Emma Marcegaglia che, orgogliosi di ospitare una mostra che è un grande riconoscimento allo sport femminile mantovano, hanno rimarcato l’attenzione della Famiglia verso il territorio e il loro essere imprenditori che avvertono forte la responsabilità di svolgere un ruolo sociale. Da ricordare che pochi giorni fa Corriere Economia ho nominato il Gruppo come terza più grande azienda italiana a capitale familiare. Hanno poi preso la parola Chiara Sortino, Assessora alle Politiche per le Famiglie e alle Pari Opportunità del Comune di Mantova, il Presidente della Provincia di Mantova, Carlo Bottani (che ha, tra l’altro, ricordato la candidatura, in rappresentanza della Lombardia, del borgo di Grazie al concorso “Il Borgo dei Borghi 2024”, indetto dal programma tv Rai “Alle falde del Kilimangiaro” e per quale è possibile votare al link rai.it/borgodeiborghi) e il Sindaco di Gazoldo, Nicola Leoni che ha ringraziato ancora una volta la Famiglia Marcegaglia per l’attenzione che ha sempre nei confronti della propria cittadina e dei gazoldesi, portando qui un evento di sicuro interesse come la mostra fotografica sulle atlete mantovane. Marco Riva, impossibilitato a intervenire a causa di un imprevisto istituzionale dell’ultimo momento, non ha fatto mancare la vicinanza del CONI Lombardia e ha inviato un messaggio scritto che è stato letto da Tiziana Pikler, fiduciaria del CONI Mantova.

Le dichiarazioni

“Fondazione Marcegaglia ha aderito con grande entusiasmo a questa iniziativa del Coni e del Comune di Mantova e ci siamo subito resi disponibili per accogliere la mostra qui nella nostra Gazoldo – ha esordito Carolina Toso Marcegaglia, presidente della Fondazione – Innanzitutto, perché ha per soggetto le donne: Fondazione crede da sempre nel loro potenziale e le sostiene, in Italia e all’estero, attraverso importanti progetti di formazione e imprenditoria con l’obiettivo di dare loro gli strumenti utili per diventare artefici del proprio sviluppo personale, lavorativo ed economico. E poi perché sono donne di sport: un ambito nel quale sono cadute diverse barriere e che, per il seguito che ha, può fare da volano non solo per affermare la parità di genere, ma anche principi basilari per una società che voglia definirsi “sana”. Lo sport è inclusivo, premia la lealtà, coltiva il merito, impone il rispetto delle persone e delle regole, è contrario a ogni forma di violenza e discriminazione di carattere fisico, politico, religioso, culturale. Valori che vanno sostenuti non solo a vantaggio delle donne, ma direi del nostro vivere civile”.

“Questo progetto rappresenta una grande opportunità per la città di Mantova e con tanta soddisfazione e orgoglio sono felice che stia riscuotendo successo in altri territori della nostra provincia – ha detto Chiara Sortino, Assessora alle Politiche per le Famiglie e alle Pari Opportunità del Comune di Mantova – che Fondazione Marcegaglia abbia deciso di riproporre la mostra fotografica in questo luogo conferma il valore e l’apprezzamento per il lavoro fatto.

Quando con il Tiziana Pikler, fiduciaria del CONI Mantova, abbiamo iniziato a parlare di questa iniziativa abbiamo pensato a un itinerario originale e innovativo per ripercorrere la storia dello sport femminile mantovano. Una storia che vuole dare voce ai successi delle singole atlete, inizialmente 50, oggi 80. Come Assessora alle Pari Opportunità desideravo che la mostra fotografica potesse essere anche una testimonianza dei valori che lo sport porta con sé, promuovendo temi quali il sacrificio, l’impegno, il rispetto delle regole, la convivenza delle diversità. Promossa in occasione dello scorso 25 novembre, riproposta adesso per l’8 marzo: giornate simbolo per celebrare le donne, difendere i loro diritti, incoraggiare e promuovere una cultura di parità. Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno reso possibile questa seconda edizione e che hanno creduto nuovamente nel progetto”.

Messaggio di Marco Riva, presidente CONI Comitato Regionale Lombardia: “La mostra fotografica è partita nell’ambito di un progetto con l’Assessora Chiara Sortino: essere qui, nell’Headquarter Marcegaglia, è un motivo di vanto in più per il Coni Lombardia, per Mantova, per le atlete, per il territorio. Vuol dire che si sta creando la giusta attenzione nei confronti di atlete che hanno dato, stanno dando e daranno tanto alla maglia azzurra. L’apertura, in occasione della Festa della Donna, è un momento di celebrazione ma soprattutto di riflessione sul grande apporto che le donne danno allo sport, in particolare alla società nel suo complesso. Un ringraziamento va alla Fondazione Marcegaglia e al Gruppo per averci ospitato in una location davvero suggestiva; all’Assessora Chiara Sortino per averci creduto fin dall’inizio e a tutti i partner e gli enti coinvolti. Voglio poi evidenziare la competenza, la tenacia e la passione di Tiziana Pikler che si è fatta promotrice, insieme al suo staff, di questa progettualità che esalta i valori olimpici nella loro pienezza. Le cose accadono quando le persone ci credono. Da lì nasce la “bellezza” che accompagna lo sport. Ci saranno altri appuntamenti: la rete di sinergie e collaborazione che si sta creando sul territorio mantovano mi fa pensare che si potrà lavorare sempre di più e sempre meglio insieme. Essere uniti e fare squadra può rivelarsi un grande valore aggiunto, per lo sport e per tutto il territorio. Un augurio speciale va alle nostre atlete, donne di grande valore, fonte di ispirazione in gara, nei campi di gioco e nei luoghi di sport, ma anche per il loro impegno all’interno della nostra comunità”.

Il progetto

Il CONI Comitato Regionale Lombardia, insieme a Chiara Sortino, Assessora alle Politiche per le Famiglie e alle Pari Opportunità del Comune di Mantova, ha realizzato questa prima mostra fotografica dedicata alle atlete mantovane del passato e del presente, con un occhio anche alle giovani donne promesse del futuro. Dopo la tappa di apertura a Mantova, lo scorso 25 novembre, per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il programma prevede diversi appuntamenti nella nostra Provincia per tutto il corso del 2024 che è anno olimpico. Per questo motivo, il Gruppo Marcegaglia ha deciso di ospitare la seconda tappa della rassegna fotografica proprio a Gazoldo degli Ippoliti, sede del suo Headquarter. La mostra vede il coinvolgimento di Fondazione Marcegaglia Onlus. Costituita nel luglio del 2010 dalla famiglia Marcegaglia per perseguire esclusivamente finalità di solidarietà e sostegno a progetti di cooperazione allo sviluppo in ambito socio-sanitario, scolastico ed economico-sociale, la Fondazione è stata antesignana nel favorire la crescita sociale e culturale delle donne, supportando con iniziative e programmi specifici, ini Italia e all’estero, soprattutto le donne vittime di violenze e quelle che si trovano in condizioni di difficoltà. Oggi Fondazione Marcegaglia è una realtà importante del Gruppo e un segno specifico di quanto sia radicata nella nostra concezione di impresa, la responsabilità di svolgere un ruolo sociale.

La mostra sarà aperta al pubblico presso i locali dell’Headquarter Marcegaglia (Via Bresciani 16, Gazoldo degli Ippoliti), ad ingresso libero, dal lunedì al venerdì, a partire da oggi, 8 marzo fino al prossimo 5 aprile (escluse le date del Venerdì Santo, 29 marzo, e del Lunedì di Pasquetta, 1° aprile) dalle ore 10 alle ore 17.