Carol Maltesi, ergastolo a Fontana. I giudici: “uccisa perché donna”

Condividi

“Carol Maltesi è stata uccisa perché donna. Il brutale delitto di cui si è macchiato Davide Fontana, infatti, ha seguito “un costante filo rosso, quasi un denominatore comune di delitti omologhi e della stessa indole”, legato al fatto che la vittima “non era un uomo ma una donna”, colpita con “intento vendicativo” soltanto perché cercava “la sua indipendenza, economica e personale”.

A metterlo nero su bianco è stata la Corte d’Assise d’appello di Milano, che ha depositato le motivazioni della sentenza per cui – lo scorso 21 febbraio – ha condannato all’ergastolo l’ex bancario 45enne, ribaltando nel processo d’appello la sentenza precedente.
È la cronaca scritta dal quotidiano online BSnews il cui direttore, Andrea Tortelli, ha avuto un ruolo fondamentale nell’individuare Davide Fontana come assassino e scoprendo l’identità del cadavere di Carol Maltesi fatto a pezzi. 

Una storia di giornalismo che abbiamo raccontato su Prima Comunicazione di dicembre, quando ancora si era in attesa del processo di appello in cui il pubblico ministero era intervenuto contro la sentenza di primo grado che aveva condannato Fontana solo a 30 anni.