Floridia: Vigilanza Rai per la prima volta a Bruxelles verso le europee

Condividi

“La Rai è spesso al centro di dibattiti e polemiche dovute all’ingerenza della politica nel servizio pubblico; e di questo ce ne stiamo occupando con l’organizzazione degli Stati Generali per una urgente riforma della governance e non solo. Ma la Rai è innanzitutto una grande azienda la cui storia si intreccia indissolubilmente con quella dell’Italia e il cui lavoro è fondamentale per garantire a tutti i cittadini il diritto all’informazione. In questa prospettiva ho deciso di portare la Commissione Vigilanza, per la prima volta, a Bruxelles, nella sede Rai che ci garantisce il contatto con le sedi istituzionali dell’Europa e che presto sarà impegnata nella fase elettorale delle elezioni europee, momento delicato per la democrazia e il buon funzionamento dell’Unione”. Lo scrive Barbara Floridia, senatrice del M5S e presidente della commissione di Vigilanza Rai.

“Ce lo chiede l’Europa… Ma quanto ne sappiamo di questa Europa? – continua Floridia – Dobbiamo saperne di più e partecipare con più consapevolezza. Questo è anche il compito del Servizio Pubblico”.

“Oggi, oltre i giornalisti e i lavoratori Rai, abbiamo incontrato anche i funzionari del Parlamento Europeo, gli esperti di intelligenza artificiale e i referenti di Ebu (European Broadcasting Union), l’organizzazione internazionale che lavora per rendere più sicura, unica e forte la voce dei servizi pubblici nazionali. Un aspetto che risulta fondamentale in un periodo in cui la produzione delle informazioni rischia di disorientare e l’intelligenza artificiale potrebbe prendere il sopravvento. La Commissione che presiedo è centrale in questa fase storica. Non possiamo tenere lo sguardo basso e concentrato sul nostro giardino… Se vogliamo liberare la Rai dobbiamo alzare lo sguardo”.