La battuta su Fiorello costa al giornalista Tg2 un procedimento disciplinare. Lo showman: cose che capitano

Condividi

Piergiorgio Giacovazzo, la Rai dispone un procedimento disciplinare per il giornalista dopo il commento sulla figlia di Fiorello

Un procedimento disciplinare in Rai per Piergiorgio Giacovazzo, giornalista del Tg2, reo di un commento inappropriato nel finale dell’edizione odierna del Tg delle 12.30, sfuggito al controllo della regia.

Da studio – scrive Antonella Baccaro sul Corriere.it – era stato lanciato il video del duetto tra Fiorello e sua figlia Angelica, che hanno cantato insieme «La prima cosa bella» per celebrare la Festa del Papà a «VivaRai2!», il programma condotto al primo mattino dallo showman. Proprio quando la clip stava terminando e, mentre stava partendo la sigla conclusiva del telegiornale, si è sentita la voce di Giacovazzo commentare: «Che carini… ora questa avrà 12 trasmissioni….».

Una battuta caustica che alcuni telespettatori hanno fatto girare sui social.

Fiorello e figlia

Fiorello: “Se uscissero i miei fuorionda, mi arresterebbero! È tutto chiarito, sono cose che capitano. Viva la libertà di espressione”

Non si è fatta attendere la risposta di Fiorello sul fuorionda del giornalista Giacovazzo. Lo showman ha aperto una nuova giornata all’insegna del buonumore in quel del Foro Italico a ‘VivaRai2!’, affiancato, come sempre, da Biggio, Casciari e tutta la banda.

“E’ successo di tutto, ormai anche quando non faccio niente succede qualcosa – il primo commento di Fiorello sulla vicenda -. Premetto che se venissero fuori i miei fuorionda, altro che provvedimento disciplinare: mi arresterebbero! Verrebbero le guardie svizzere dal Vaticano o i corazzieri dal Quirinale”.

“Io e Piergiorgio l’abbiamo risolta a telefono tra di noi, da uomini, senza l’intervento di nessuno. Ci siamo chiariti, i fuorionda capitano: ora tutto è bene quel che finisce bene – prosegue -. Capita a tutti e io ne ho fatte di peggiori: lasciamo stare questi provvedimenti. Fuorionda si può fare quello che si vuole, viva la libertà di espressione, nel bene e nel male”.

Lo showman poi non ha fatto mancare la sua ironia: “Alla fine non aveva detto niente di male, mia figlia si chiama ‘Fiorello Angelica Questa’! Anche io la chiamo così a casa, lui lo sapeva. Più che altro mi sono preoccupato per il fatto che abbia detto ’12 trasmissioni’. Se disgraziatamente ad Angelica danno Sanremo, io poi ci devo andare! Puoi dire di no a tua figlia?”.

Chiosa sull’argomento quindi con una delle sue gag. Dopo aver lanciato un segmento di Batman e WonderTrans, Fiorello ha finto di lasciarsi andare a ‘microfoni spenti’: “Hai sentito questa cosa del figlio di Amadeus? Gli vogliono dare la direzione del Tg2 solo perché è figlio di Amadeus! Io vi dico una cosa, lo sapete che la Nove mi vuole? Io ci vado! E poi ve lo posso dire? Ad Angelica anche se gli danno 8 trasmissioni e non 12, va bene!!…”.