Foto di John Schnobrich su Unsplash

Come comunicare la sostenibilità ambientale

Condividi

Come si comunica la sostenibilità ambientale? Con quali metodi e strategie e creazione di contenuti volti all’informazione?  In che modo si devono porre istituzioni, organizzazioni ed aziende per non commettere errori reputazionali? Sono queste le domande su cui si è discusso in occasione dell’incontro di ieri 22 marzo presso l’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs a Roma. Un nuovo appuntamento di confronto dal titolo News Communication Content Design per l’Economia Circolare.  Con il pubblico si sono confrontate Francesca Ferrara, autrice di “News Content Design – Brand Journalism e Digital PR per comunicatori e aziende”, pubblicato da Dario Flaccovio Editore, con la giornalista ambientale 2.0 esperta in sostenibilità Letizia Palmisano, autrice di “Sette vite come i gatti. Ridare valore agli oggetti. Storie di economia circolare”, per i tipi di Città Nuova.

«Il News Content Design è un approccio di visione strategica della comunicazione da attuare per un progetto da realizzare per il quale il professionista necessita di avere la visione d’insieme non solo del posizionamento di tutte le parti in causa ma anche degli eventuali e potenziali obiettivi da raggiungere di un piano di comunicazione strategico misurabile nei risultati per constatare l’impatto socio-culturale della strategia  attuata dalle organizzazioni anche in termini di brand reputation» – afferma la newsmaker e news content designer Francesca Ferrara, secondo cui «uno dei campi dove la comunicazione applicata in modo strategico è sensibile alle questioni di reputazione nell’infosfera è proprio quella delle tematiche che ruotano attorno all’economia circolare, alla sostenibilità e al climate change».

Sul tema, la giornalista, esperta in divulgazione ambientale, Letizia Palmisano sottolinea che «l’attuale crisi ambientale richiede un’azione rapida e determinata da parte di tutti i settori della società. La comunicazione ambientale efficace gioca un ruolo fondamentale nel creare consapevolezza, fornire informazioni accurate e ispirare azioni concrete. Il fare informazione ambientale non riguarda solo la diffusione di dati e informazioni, ma si concentra anche sull’aspetto emotivo e sul coinvolgimento delle persone. Per essere un motore di cambiamento, dobbiamo adottare approcci innovativi che catturino l’attenzione e stimolino un autentico interesse verso la sostenibilità ambientale. Dobbiamo raccontare storie che connettano le persone con l’importanza di preservare il nostro pianeta per le generazioni future. Inoltre, la comunicazione ambientale efficace deve essere inclusiva, coinvolgendo tutte le parti interessate, compresi governi, aziende, organizzazioni non governative e cittadini. Solo attraverso una collaborazione sinergica possiamo creare un impatto reale e duraturo».