Next14 chiude il 2023 con 39 milioni di fatturato (+12%). Ferrari: al vaglio opportunità di crescita e aggregazione

Condividi

Il Consiglio di Amministrazione di Next14 SpA ha approvato oggi il progetto di bilancio per l’esercizio 2023, che verrà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti prevista il 29 Aprile 2024.

Il Gruppo Next14 ha chiuso l’esercizio 2023 con un fatturato consolidato di circa 39 milioni di Euro in crescita del +12% rispetto ai 35 milioni di Euro dell’esercizio 2022.  

L’EBITDA consolidato è stato di circa 4,2 milioni di Euro, in crescita del +20% rispetto ai 3,5 milioni di Euro registrati a dicembre 2022. Tutti gli indicatori hanno fatto registrare un andamento positivo. I

n particolare, la PFN adjusted di Gruppo al 31 Dicembre 2023,  prossima allo zero e che testimonia un percorso significativo sul fronte finanziario, con una generazione di cassa di circa 9 milioni di Euro nell’ultimo triennio.

“Siamo davvero orgogliosi – ha dichiarato il CEO di Next14 Marco Ferrari – dei risultati raggiunti dal nostro team in questo 2023, che ci ha visto raggiungere e superare tutti i target di piano, dimostrando la validità del posizionamento attuale di Next14. Soprattutto, siamo contenti della fiducia rinnovata da parte di tutti i nostri Clienti storici, con cui intratteniamo rapporti di partnership di lunga durata e che continuando a sceglierci testimoniano la forza della nostra proposta.”

Anche i primi mesi del 2024 stanno pienamente rispettando le attese, che prevedono per Next14 un’ulteriore crescita a doppia cifra anno su anno. “A 10 anni dall’inizio del nostro progetto – conclude Ferrari – siamo pronti ad entrare in una nuova fase. Stiamo infatti vagliando opportunità di crescita ed aggregazione che ci possano portare ancora più rapidamente alla realizzazione del nostro obiettivo: lo sviluppo di un vero campione nazionale indipendente della comunicazione, in grado di offrire ai Clienti una serie di servizi sempre più ampia e perfettamente integrata tra eccellenza creativa e disciplina tecnologica. Siamo convinti che per garantire questo sia necessario un significativo salto dimensionale e stiamo lavorando per realizzarlo”.