Foto di Kvnga su Unsplash

Human Development Report (UNDP): in aumento polarizzazione politica, sfiducia e disuguaglianze

Condividi

La presentazione del report si è svolta presso le Procuratie Vecchie di Venezia, organizzata da UNDP, Assicurazioni Generali e dalla fondazione The Human Safety Net

Generali e il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e la fondazione The Human Safety Net, hanno presentato in Europa l’edizione 2023/2024 dello Human Development Report (HDR – Rapporto sullo Sviluppo Umano): “Breaking the Gridlock – Reimagining Cooperation in a Polarized World’’. Per la seconda volta, la presentazione si è svolta a Venezia presso le Procuratie Vecchie, sede della fondazione del Gruppo Generali The Human Safety Net, attiva in 26 Paesi con la missione di liberare il potenziale delle persone che vivono in condizioni di vulnerabilità, affinché possano migliorare le condizioni di vita delle loro famiglie e comunità. L’evento si inserisce nella partnership pluriennale tra Generali e l’Insurance and Risk Finance Facility di UNDP, volta a ridurre il divario di protezione per le comunità vulnerabili in tutto il mondo attraverso l’accesso a innovative soluzioni assicurative e di finanziamento del rischio.

Lo Human Develop Report di quest’anno “Breaking the Gridlock: – Reimagining Cooperation in a Polarized World’’ si concentra sullo stallo risultante dalle disparità nello sviluppo, dall’intensificarsi delle disuguaglianze e dall’aumento della polarizzazione politica, evidenziando il modo in cui l’interdipendenza globale viene riconfigurata e proponendo un percorso in cui il multilateralismo svolge un ruolo fondamentale. Il rapporto sottolinea come la ripresadell’indice globale di sviluppo umano (HDI – Human Development Index) – che riflette il reddito nazionale lordo (RNL) pro capite, l’istruzione e l’aspettativa di vita di ogni paese – è stato parziale, incompleto e disuguale, con un divario crescente tra i paesi più ricchi e più poveri dal 2020. Allo stesso tempo, l’azione collettiva internazionale per affrontare sfide condivise come le crescenti disuguaglianze, il cambiamento climatico, la pace e la sicurezza è ostacolata dalla polarizzazione politica e da un senso di impotenza. Questo alimenta approcci politici rivolti verso l’interno, in netto contrasto con la cooperazione globale necessaria per affrontare questioni urgenti come la decarbonizzazione delle economie, l’uso improprio delle tecnologie digitali e il conflitto. 

Il report invita pertanto a ripensare la cooperazione globale, proponendo un’azione immediata per la stabilità del clima, una maggiore equità nell’uso delle nuove tecnologie per uno sviluppo umano equo, nuovi e più ampi meccanismi finanziari a sostegno dello sviluppo. Promuove inoltre la riduzione della polarizzazione politica attraverso nuovi approcci di governance, incentrati sulla valorizzazione dell’opinione pubblica nella fase decisionale e nel contrasto alla disinformazione.

In questo contesto, il settore assicurativo può agire come forza stabilizzante di fronte all’incertezza e contribuire a ridurre il divario di protezione per le comunità vulnerabili in tutto il mondo, concentrandosi sull’innovazione e sulla modernizzazione dei servizi, in modo che le persone possano affrontare in modo più efficace l’attuale contesto di instabilità. Generali si impegna a promuovere partnership pubblico-private e a sostenere con le proprie competenze gli enti pubblici nel raggiungimento dei loro obiettivi. Il Gruppo si impegna inoltre a offrire alle persone una maggiore e più estesa protezione sia attraverso investimenti su risorse e capacità sia con soluzioni assicurative, per aiutarle ad affrontare le inevitabili conseguenze di tempi incerti, salvaguardandone le capacità.

Generali e il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite collaborano per promuovere l’accesso dei paesi in via di sviluppo a soluzioni assicurative e di finanziamento del rischio per migliorare la resilienza delle comunità e delle imprese locali. Nell’ambito della partnership pluriennale, Generali si è impegnata a fornire risorse tecniche e finanziarie alla Insurance and Risk Finance Facility (IRFF) di UNDP per aumentare il benessere socio-economico di alcune delle persone e delle aree più vulnerabili al mondo. La collaborazione unisce l’esperienza assicurativa di Generali con l’attenzione a lungo termine di UNDP al finanziamento e allo sviluppo. Inoltre, attraverso la loro collaborazione, Generali e UNDP si allineano agli obiettivi della InsuResilience Vision 2025, che prevede di raggiungere 500 milioni di persone vulnerabili, offrendo copertura contro gli shock climatici e le catastrofi naturali, di coprire 150 milioni di persone vulnerabili attraverso soluzioni di microassicurazione e di porre l’innovazione assicurativa al centro degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG – Sustainable Development Goals) e dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.