Rai, prime ipotesi sui nuovi vertici: Agnes presidente, Rossi ad, Sergio dg

Condividi

Dopo la pubblicazione del bando per la selezione dei consiglieri di competenza parlamentare, ecco la prima ipotesi sul riassetto dei vertici di Viale Mazzini

Simona Agnes presidente, Giampaolo Rossi amministratore delegato e Roberto Sergio direttore generale. E’ l’ipotesi di intesa attorno alla quale, scriveva Ansa citado fonti parlamentari di maggioranza, stanno cominciando i lavori per il rinnovo dei vertici della Rai.
Agnes, componente del consiglio uscente, figlia dello storico direttore generale Biagio, approderebbe alla presidenza al posto di Marinella Soldi – una nomina che deve avere il gradimento di due terzi della commissione di Vigilanza, quindi anche di parte dell’opposizione – mentre l’annunciata staffetta tra Sergio e Rossi sulla poltrona di amministratore delegato potrebbe fare spazio a uno scambio di caselle, con l’attuale Ad pronto ad assumere il ruolo di direttore generale.

Ingranaggi in moto

Intanto, il meccanismo per il rinnovo della governance del servizio pubblico si è messo in moto. Giovedì 21 marzo, sui siti di Camera e Senato, è stato pubblicato l’avviso per la selezione dei quattro membri di competenza parlamentare. Considerato che sono necessari trenta giorni per la presentazione dei curricula e trenta per il loro esame, si potrebbe votare negli ultimi dieci giorni di maggio, prima della pausa dei lavori in vista del voto per il Parlamento Ue.

Il cda Rai è composto da sette membri: due vengono eletti dalla Camera e due dal Senato. Altri due vengono indicati dal ministero dell’Economia, uno dei quali riveste poi la carica di amministratore delegato e l’altro, almeno in base alla prassi, di presidente, dopo aver ottenuto il gradimento di due terzi della commissione di Vigilanza. Il settimo membro viene eletto dai dipendenti e il cda Rai ha da poco approvato il regolamento per la sua indicazione.