Santanchè: domani la mozione di sfiducia alla Camera

Condividi

Nei prossimi giorni al voto anche la mozione di sfiducia per Matteo Salvini, per i rapporti tra la Lega e Russia Unita

Salvo slittamente dell’ultimo, il 3 aprile, alle 10, alla Camera è in programma la discussione sulla mozione di sfiducia per Daniela Garnero Santanchè.
Indicata burocraticamente come “Mozione n. 1-00164 presentata a norma dell’articolo 115, comma 3, del Regolamento”, la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle richiama le inchieste sull’attività economica della ministra del Turismo.

Santanchè “zero preoccupata”

E se da una parte il Pd continua a tenere alta l’attenzione sul tema – “non ci arrendiamo, ogni giorno in più da ministra è un’offesa alle istituzioni del Paese”, ha scritto ieri sui social annunciando le dimissioni di Santanchè come un pesce d’aprile -, dall’altra la ministra ostenta tranquillità.
“Domani sarà un giorno importante. L’opposizione fa la sua parte rendendo più forte la maggioranza. Sono zero preoccupata: male non fare, paura non avere”, il suo commento da La Spezia.
“Nessuno mi ha chiesto di dimettermi”, aveva detto nei giorni scorsi Santanchè. Anche se ricostruzioni di stampa avevano parlato di una richiesta di una riflessione da parte della premier Giorgia Meloni.
Così come di qualche agitazione nelle fila della maggioranza.

La vicenda

Sul fronte dei tribunali, ricorda ancora l’agenzia, l’attesa è per la decisione del Gup in merito al primo filone di indagini sul caso Visibilia, in cui la ministra risulta indagata per truffa aggravata nei confronti dell’Inps. La stessa Santanché, nel caso di rinvio a giudizio, si è detta pronta a ulteriori valutazioni sull’intera vicenda.
Tutto mentre si rincorrono le voci anche sull’imminente chiusura della seconda tranche d’inchiesta sul gruppo fondato dalla ministra.