Fastweb, Renna: non ci aspettiamo remedies su Vodafone. Aziende sono complementari

Condividi

“Non ci aspettiamo remedies perchè le due aziende sono complementari”. A dirlo l’amministratore delegato d Fastweb, Walter Renna, parlando dell’operazione da 8 miliardi di euro che poterà alla fusione con Vodafone Italia.

Interpellato sull’operazione a margine della presentazione di Fastweb Energia il manager si è soffermato su aspetti più burocratici, che coinvolgono authorities e istituzioni. L’operazione, ha spiegato, è”in fase autorizzativa che si concluderà primo quadrimestre 2025″.
La competenza è dell’Antitrust italiano, inoltre è in fase di prenotifica con la presidenza del consiglio per la procedura golden power. Inoltre ha aggiunto, sarà avviata con Agcom e Mimit una discussione per il trasferimento delle frequenze.

Il ruolo in Fibercop

Da ultimo un riferimento a Fibercop, la società della fibra di Tim di cui Fastweb è azionista con il 4,5% e che costituisce la base dell’operazione Netco. “La nostra posizione non è cambiata, ha spiegato. Se possiamo continuare a svolgere il nostro ruolo industriale resteremo volentieri nella compagine azionaria”.