Disney, gli azionisti si fidano di Iger. Rieletto tutto il Cda

Condividi

Nello scontro con il fondo Trian, tra i principali azionisti della società

Walt Disney si prepara a voltare pagine dopo le tensioni che hanno coinvolto il Cda negli ultimi mesi. Ad animarle era stato Nelson Peltz, tra i maggiori azionisti dell’entertainment company, fortemente critico nei confronti della leadership del ceo Bob Iger, e deciso a ottenere due posti nel board così da poter rilanciare la società.

Gli azionisti hanno rieletto l’intero consiglio di amministrazione in quello che, di fatto, è diventato un voto di fiducia proprio nei confronti di Iger. Con uno margine significativo nei confronti di Peltz, uno degli investitori più aggressivi di Wall Street.

Bob Iger (foto Ansa)
Bob Iger (foto Ansa)

Lucas e gli eredi Disney sponsor di Iger

Con lo scontro “alle nostre spalle possiamo ora concentrare il 100% della nostra attenzione sulle nostre priorità: crescita e creazione di valore per gli azionisti ed eccellenza creativa per i nostri consumatori”, ha detto Iger commentando la decisione degli azionisti.

Nella sfida contro Trian, Iger ha contato sull’appoggio degli eredi del fondatore e George Lucas. “Disney non è una società che produce oggetti, produce magia. Bob Iger, la sua squadra e il Cda sono fedeli a questa magia”, hanno affermato Roy P. Disney, Susan Disney Lord, Abigail Disney e Tim Disney, i nipoti del fratello di Walt.
“Creare magia non è per amatori. Quando ho venduto Lucasfilm più di dieci anni fa – ha messo in evidenza il regista di Guerre Stellari -, ero contento di diventare un azionista considerata la mia ammirazione per il marchio e per la leadership di Bob Iger. Quando Bob è tornato durante un periodo difficile, io mi sono sentito sollevato perchè nessuno conosce Disney meglio di lui. Resto un significativo azionista perchè ho piena fiducia nel potere di Disney e in Bob”.