L’assessore Guidesi alla scoperta di Leonardo Elicotteri

Condividi

Nell’ambito del ‘tour imprese’ che l’assessore allo Sviluppo Economico della Lombardia ha regolarmente in agenda dal 2021, il 3 aprile c’è stata la visita alla Divisione del gruppo multinazionale, tra i principali produttori di mezzi per elitrasporti al mondo. Con Guidesi un gruppo di giornalisti per raccontare anche questa realtà produttiva delle province lombarde

C’erano i vertici della Divisione Elicotteri di Leonardo SpA, con il responsabile Gian Piero Cutillo, ad accogliere l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, Guido Guidesi, in visita il 3 aprile agli stabilimenti di Sesto Calende e di Vergiate, importante tappa del ‘tour imprese’ (107 visitate tra il 2021 e il 2023) per conoscere le realtà produttive di tutte le province lombarde.
“Visitare le aziende, entrare negli stabilimenti e dialogare col mondo economico-produttivo è essenziale per stare al passo con la realtà e comporre le misure adeguate per continuare a sostenere le aziende”, è il mantra dell’attività dell’assessorato.

L’assessore Guido Guidesi con Gian Piero Cutillo

La presenza a Varese

La Provincia di Varese, da sempre definita la ‘Provincia con Ali’, è il territorio dove storicamente nascono e vengono prodotti aeromobili che hanno fatto e continuano a fare la storia dell’industria aeronautica italiana nel mondo.
A Sesto Calende nel 1915 nacque la Società Idrovolanti Alta Italia, SIAI, fondata da Luigi Capè e Domenico Lorenzo Santoni e sviluppata poi da Alessandro Marchetti, a cui è intitolato il sito di Leonardo che occupa più di 530 addetti ed è sede della principale Training Academy elicotteristica di Leonardo, che addestra in media ogni anno più di 10.000 studenti provenienti da tutto il mondo.
Qui gran parte della formazione viene svolta attraverso dispositivi di simulazione tecnologicamente avanzati, in grado di replicare alla perfezione l’esperienza di volo. Un’ora di volo virtuale all’interno di un simulatore è infatti certificata esattamente come un’ora di volo reale. 

Focus sulle emergenze

La Training Academy ha un settore per l’elisoccorso, per preparare i futuri soccorritori a diversi scenari, normali e imprevedibili, utilizzando un avanzato ambiente di simulazione che riproduce in un contesto totalmente sicuro e controllato le operazioni di soccorso.
Un lavoro importantissimo, soprattutto per la preparazione del personale medico, un servizio che opera in vari ambienti, urbani, marittimi e montani, con interventi in situazioni di emergenza sulla scena dell’incidente o del malore, quando in alcuni casi si tratta di raggiungere i pazienti in contesti impervi.
Così, nel grande capannone di Leonardo, oltre a una macchina dotata di tecnologie virtuali che permettono di simulare tutto quello che può significare il trasferimento in elicottero, l’uscita dal mezzo attaccati a un verricello, e un vero elicottero con le dotazioni di una ‘ambulanza’, c’è una parete d’arrampicata per imparare fisicamente come muoversi.

Di fronte alle crescenti occasioni di intervento con gli elicotteri per soccorso, Leonardo ha fatto un accordo con la facoltà di medicina dell’Università degli Studi dell’Aquila per promuovere la preparazione dei medici all’elisoccorso.

A Sesto Calende si trova anche il quartier generale di coordinamento di servizi per l’assistenza tecnica e logistica dell’intera flotta elicotteristica di Leonardo. Attraverso una specifica unità di supporto denominata Fleet Operations Centre, 24/7 e 365 giorni all’anno, la struttura garantisce l’assistenza in tutto il mondo, supportata anche dalla Diagnostic Services Tower, centrale di analisi e diagnostica dei dati di volo di 1.300 elicotteri sui totali 4.500 in servizio.

Lo stabilimento di Vegiate

A 5 chilometri dal sito di Sesto Calende gli elicotteri si costruiscono nello stabilimento di Vergiate. Principale linea di assemblaggio finale dell’azienda, ogni anno qui vengono prodotti il maggior numero di unità e di modelli della gamma di aeromobili ad ala rotante di Leonardo, per il mercato civile, la difesa e dei compiti di pubblica utilità, sia nazionale che per l’export.
I 1.520 addetti si occupano di assemblaggio, costruzione, messa a punto in volo, verniciatura, arredo e collaudo, insieme alla gestione di tutte le fasi di accettazione e consegna al cliente, con attività principalmente distribuite tra la linea di assemblaggio e la linea volo.
A Vergiate anche lo showroom, dove i  clienti possono definire, insieme ai designer, la personalizzazione delle livree e degli arredi interni del proprio elicottero, scegliendo tra una vasta gamma di colori, materiali e finiture.
Presso lo stesso stabilimento viene gestita anche una  parte importante del supporto logistico assicurato da Leonardo agli operatori dei propri elicotteri in tutto il mondo, oltre ad alcune delle attività di addestramento in volo degli equipaggi dei clienti. 

Gli altri campi d’azione

In Lombardia Leonardo è presente oltre che nel settore dei velivoli, nell’industria dello spazio, dell’elettronica e della cybersecurity – per un totale di circa 7.800 addetti impiegati, ai quali si aggiungono oltre 250 dipendenti lombardi delle joint venture Telespazio (Leonardo 67%/Thales 33%) e Thales Alenia Space (Thales 67%/Leonardo  33%).
Impressionante è il numero dei fornitori locali 1300 che formano l’indotto di Leonardo sul territorio lombardo. Un contesto su cui l’assessore Guidesi ha detto di voler intervenire per rafforzare con possibili interventi della Regione le aziende in campo.