Agi, Marina Berlusconi sfila Mondadori

Condividi

“No, assolutamente no”. Così Marina Berlusconi, ha risposto a chi chiedeva se Mondadori fosse interessata all’Agi.

A margine della proiezione del film su Ennio Doris a Roma, la presidente di Fininvest ha chiamato fuori l’editrice di Segrate dalla possibile acquisizione dell’agenzia.
A farne il nome come potenziale acquirente era stata tra le altre anche l’agenzia Reuters, confermando l’intenzione del gruppo Eni, editore di Agi, a valutare manifestazioni di interesse.

Le proteste

Da quando hanno cominciato a circolare le voci sulla possibile cessione – con il gruppo legato alla famiglia Angelucci indicato come fortmente interessato – i giornalisti di Agi, sostenuti da Fnsi e Stampa Romana, hanno manifestato la loro contrarietà con 5 giornate di sciopero e un sit-in al Pantheon.
In uno degli ultimi comunicati diffusi, hanno ribadito la loro determinazione a “mettere in campo nuove iniziative di protesta, chiamando a raccolta le redazioni delle altre testate in una battaglia cruciale per il pluralismo dell’informazione”.