Formiche regina a Milano per i suoi 20 anni

Condividi

Formiche, romanissima rivista mensile dedicata a politica, economia, esteri, ambiente e cultura, ha compiuto 20 anni e Paolo Messa, fondatore e stratega della casa editrice che ha sviluppato intorno alla testata, li ha voluti festeggiare a Milano.
E così ha riunito agli IBM Studios numerosi rappresentanti del mondo delle aziende e istituzioni di cui molti in arrivo da Roma.

Chi c’era

Grandi saluti e chiacchiere, a fatica tenute sotto controllo per permettere di ascoltare gli interventi di pochi ospiti, attentamente selezionati per competenze e collocazioni politiche.
Il deputato di FdI Giulio Tremonti ha affrontato gli effetti del passaggio dell’epoca del “cogito ergo sum a digito ergo sum”, Matteo Perego, sottosegretario alla difesa di FI, è intervenuto sull’importanza dell’industria delle armi italiana, mentre Lorenzo Guerini, del Pd, presidente Copasir, ha parlato della necessità di condivisione politica all’interno del Comitato per la sicurezza.
Poi gli auguri istituzionali del presidente del Senato Ignazio La Russa, parlando di riforma del premierato, e del presidente della Lombardia Attilio Fontana, ribadendo la necessità dell’autonomia delle regioni.
A coordinare l’incontro la direttrice di Formiche Flavia Giacobbo, e Roberto Arditti, editorialista e membro del Cda.

Il sistema Formiche

La forza di Formiche è quella di essere al centro di un sistema informativo di realtà diverse ma interconnesse tra di loro, costruito nel tempo da Messa. Oltre al mensile, la testata quotidiana online formiche.net (potente l’uso delle gallerie fotografiche di Umberto Pizzi con personaggi della Roma che conta, ad incontri, feste, ecc), le riviste specializzate Airpress e Healthcare Policy, il sito in inglese e arabo Decode39, a cui si agganciano eventi convegni,webinar, tavole rotonde.
Tutto questo sotto la regia di Messa, anche se da lontano, dagli Stati Uniti dove ha lavorato e vissuto negli ultimi anni come presidente del Cda di Leonardo US Corporation, e dagli inizi di aprile da vice presidente esecutivo per le relazioni internazionali e le partnership strategiche della Niaf ( National Italiana American Foundation).

Da sinistra, i fotografi Umberto Pizzi e Sergio Oliverio