Fiorello (Foto Ansa)

Fiorello puntualizza: Amadeus va al Nove, io no

Condividi

Dal suo morning show, Fiorello interviene sull’addio di Amadeus alla Rai. E cita la presunta chiamata di Meloni per farlo restare a Viale Mazzini

La notizia dell’addio di Amadeus alla Rai ha conquistato largo spazio sui giornali in edicola oggi. E non poteva essere tra le protagonistedella rassegna stampa di Fiorello a Viva Rai2!.
“Grazie veramente di cuore Amadeus, devo ringraziarlo. Se non esistessi, dovrebbero inventarti: sei l’antidoto alla guerra, si parla solo di te sui giornali!”, ha esordito lo showman.

Il futuro sul Nove

Fiorello ha ironizzato sulla destinazione prossima del conduttore, in approdo al Nove, del gruppo Warner Bros Discovery. “È ufficiale, il Nove passa ad Amadeus. Il canale sarà legato al conduttore con un contratto di 3 anni, che dichiara di essere molto contento per questa nuova avventura”, ha ironizzato.
E a proposito delle ripercussioni in Viale Mazzini dopo l’addio, Fiorello chiama in causa La Stampa secondo cui la Rai potrebbe ora “perdere Sanremo, perché si dice che la convenzione con la Rai scade nel 2025 e molti pensano che Belzebù, cioè Amadeus, si porti dietro Sanremo e lo faccia fare alla Nove”.

Nella vicenda del giorno tanti articoli fanno anche riferimento al destino dello stesso Fiorello.
“Volente o nolente – ha detto – io sono coinvolto. Volevo ricordare ai giornalisti che io e Amadeus siamo molto amici, ma abbiamo due vite diverse: mia moglie si chiama Susanna, lui è sposato con Giovanna, abbiamo figli diversi, facciamo cose diverse, lui vive a Milano, io a Roma, lui va al Nove, io no. Ama, ma come ti va? Lui lascia qui per andare lì per ricominciare da capo”.

La “telefonata” di Meloni

Da ultimo un riferimento al retroscena del Corriere della Sera secondo cui da Palazzo Chigi sarebbe partita una telefonata ai dirigenti perché lui resti in azienda a qualsiasi costo: “Dove devo restare? È partita una telefonata, pare che sia partita una telefonata a Meloni. Sai quando si dice, è partita una telefonata? Cosa c’entro io? Eppure sono citato sui giornali, la cosa un pochino mi lusinga… Ma addirittura convincetelo, legatelo, coccolatelo? A me? Un bel massaggio all’ego certamente, però tutto questo non regge, chi mi conosce sa che purtroppo io ho un contratto con il mio divano: dal 10 maggio chi mi vuole sa dove trovarmi, mi riposo per un lungo periodo, devo fare solo riposo, un lungo letargo”.